menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sezione Falchi della Polizia di Caserta

La sezione Falchi della Polizia di Caserta

Beccato con la droga fuori al cimitero, 33enne nei guai

L'uomo è stato sanzionato anche per le violazioni delle restrizioni per il Coronavirus

Spaccio di droga vicino al cimitero di Caserta. Per questo la Polizia di Stato del Capoluogo ha denunciato, in stato di libertà, P.M., 33 anni, ritenuto responsabile dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato anche sanzionato per la violazione dei provvedimenti per il contenimento della diffusione del Covid 19.

Il servizio condotto dai Falchi della Squadra Mobile casertana, è stato predisposto al fine di contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, nonché finalizzato al rispetto delle disposizioni previste dal decreto del Presidente del Consiglio emesso al fine di contrastare la nota l’emergenza sanitaria inerente il Coronavirus.

Gli agenti, nell’ambito del servizio hanno sottoposto a controllo, nei pressi del cimitero di Caserta, il 33enne che è stato trovato in possesso di sostanza solida di colore marrone suddivisa in quattro “stecche”, nonché di un involucro termosaldato contenente sostanza polverosa di colore bianco.

Attraverso le successive verifiche tecniche è stato possibile stabilire che si trattava di hashish, per un peso di circa 5 grammi, e di cocaina, per un peso di circa mezzo grammo. Per tali fatti, dopo gli accertamenti di rito, P.M. è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento