Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Droga della camorra, chiesti 175 anni per 19 imputati

La requisitoria del Procuratore Generale nel processo d'Appello. Sconto di pena per 7

Cerbone e De Crescenzo

Dodici conferme e 7 riduzioni di pena. Questa la richiesta di condanna da parte del procuratore generale della Corte d'Appello di Napoli nel corso del processo a carico di 19 persone accusate di spaccio di sostanze stupefacenti, tra Mondragone e Castel Volturno, con il placet dei clan locali.

Il pg ha chiesto la conferma della sentenza, pronunciata all'esito del rito abbreviato dal gup Mancini del tribunale di Napoli nel maggio dell'anno scorso, nei confronti di Antonio Cerbone (20 anni), Carmine Cortese (9 anni e 2 mesi), Fabio Cicatiello (7 anni e 10 mesi); Francesco Arlotta (9 anni e 4 mesi); Sergio Pagliuca (10 anni); Francesco Junior Romano (10 anni e 4 mesi); Donato Pagliuca (8 anni); Vincenzo De Crescenzo (20 anni); Salvatore Di Finizio (9 anni); Laura Longobardi (4 anni e 10 mesi); Agostino De Lucia (4 anni e 10 mesi), Antonio De Lucia (8 anni).

Il pg ha poi chiesto uno sconto di 4 mesi rispetto alle sentenza di primo grado per altri sette imputati che hanno rinunciato ai motivi principali d'Appello. Si tratta di Davide Cascarino (9 anni); Roberto Cortese (9 anni e 2 mesi); Antonio Grasso (8 anni e 10 mesi); Angelo Razza (7 anni e 6 mesi); Donato Rivetti (7 anni e 6 mesi); Salvatore Sabatino (7 anni e 6 mesi); Guglielmo Russo (4 anni e 10 mesi). 

Si tornerà in aula alla metà di novembre quando prenderanno la parola i difensori degli imputati. Nel collegio difensivo fanno parte gli avvocati Ignazio Maiorano, Angelo Raucci, Gaetano Laiso, Luigi Mordacchini, Ferdinando Letizia, Camillo Irace, Giovanni Zannini, Ceraldi e Iannettone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga della camorra, chiesti 175 anni per 19 imputati

CasertaNews è in caricamento