Spaccio di cocaina e crack, ordine d'arresto per 2

Campolattano e Lai accusati di aver venduto droga

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare applicativa degli arresti domiciliari (provvedimento disposto dal gip presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere) nei confronti di Pasquale Campolattano, 38 anni, e Francesco Pio Lai, 20 anni, poiché indagati per spaccio di droga.

L'attività investigativa che ha portato all'emissione di tale provvedimento è originata da tre distinti controlli di polizia effettuati dai succitati militari dell'Arma e specificatamente nel maggio e giugno di quest'anno, quando venivano sequestrate delle dosi di sostanza stupefacente trovate in possesso di occasionali acquirenti destinate al consumo personale. Sentiti sulla loro fonte di approvvigionamento indicavano gli indagati quali fornitori, procedendo al riconoscimento fotografico. Emergeva dunque che Campolattano fosse il responsabile delle cessioni di due dosi di crack e Francesco Pio Lai avesse ceduto 0,26 grammi di cocaina, fatti tutti accertati a Maddaloni. 

Espletate le formalità di rito, si procedeva a notificare il provvedimento a Pasquale Campolattano presso il Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dove lo stesso è ristretto per altra causa ed a sottoporre agli arresti domiciliari Francesco Pio Lai presso il proprio domicilio, a Quarto (in provincia di Napoli), dove lo stesso si trova già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento