menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Case abbandonate e siringhe in strada nel borgo di Pietravairano

Case abbandonate e siringhe in strada nel borgo di Pietravairano

Centro storico nel degrado: topi, siringhe e case abbandonate | LE FOTO

L'Sos a sindaco, Asl e polizia municipale. E il consigliere Del Sesto avverte: "Se non intervenite denuncio tutto alla magistratura"

Centro storico di Pietravairano nel degrado. Numerosi abitanti sono in forte agitazione per le precarie condizioni di sicurezza e per le gravi condizioni igienico-sanitarie in cui versa il borgo antico del paese. 

La denuncia arriva da Emanuele Zona, un cittadino proprietario di un immobile sito in via San Sebastiano, proprio nel borgo di Pietravairano. "Pulendo e smaltendo insieme ad un vicino di casa mi sono accorto che nel terreno sotto la mia abitazione sono presenti delle siringhe - racconta Emanuele - Le strade sono sommerse da terriccio, vegetazione e immondizia, non più fruibili. Ci sono topi ovunque e proprietà private abbandonate in cui bivacca gente poco raccomandabile. La mancanza di controlli da parte delle autorità nonchè dai legittimi proprietari, in concorso con l'assenza di illuminazione pubblica e di telecamere di videosorveglianza, permette a chiunque di fare qualunque cosa".

"Il sistema fognario è totalmente obsoleto - aggiunge - Nei giorni di pioggia, un torrente che inizia da piazza Cesare Battisti inonda la pubblica via creando problemi al transito. I pochi tombini presenti, assolutamente non sufficienti, risultano completamente otturati da terriccio, piante spontanee e immondizia. Inoltre la strada risulta totalmente disfatta, tanto che a causa di una pietra divelta mia madre è scivolata procurandosi varie ecchimosi sulla schiena". Insomma una 'cartolina' davvero indecorosa, della quale Emanuela ha messo a conoscenza il sindaco Marianna Di Robbio, il vice sindaco Aldo Zarone, il comando di polizia municipale, l'Ufficio Tecnico del Comune e l'Unità Operativa di Prevenzione Collettiva dell'Asl di Teano, chiedendo una massiccia azione di bonifica e riqualificazione. Ad oggi, tuttavia, nessun riscontro è pervenuto dalle autorità.

E' stato investito della problematica anche il capogruppo dell'opposizione, Adriano Del Sesto, il quale ha assicurato pieno e incondizionato sostegno per tutte le azioni da intraprendere: "L'incuria e il degrado del centro storico ha raggiunto livelli ormai di totale inagibilità - ha dichiarato Del Sesto - che espone i pochi residenti anche a grossi pericoli e rischi alla propria salute. Bisogna intervenire con decisione e urgenza sia per la pulizia e manutenzione del patrimonio pubblico, sia per ordinare ai proprietari privati di provvedere a mettere in sicurezza i propri beni lasciati senza custodia. L'Ente non può continuare ad essere latitante, deve intervenire con decisione. Ad ogni buon conto, nel caso in cui dovesse perdurare un atteggiamento omissivo, nei prossimi giorni non eviteremo ad investire la magistratura per accertare e punire tali omissioni, adesso basta!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento