rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Pugno a calciatore avversario, Daspo per custode del Pinto e tifoso della Casertana

Gli scontri a bordocampo al termine di Casertana-Casarano

Daspo per il custode del Pinto e per un tifoso della Casertana per gli scontri avvenuti a bordo campo al termine di Casertana-Casarano di 10 giorni fa. I due, oltre al divieto di partecipazione alle manifestazioni sportive - con obbligo di firma per 7 e 5 anni - i due sono stati anche denunciati in stato di libertà dalla Polizia di Stato.

Secondo la ricostruzione degli investigatori della Digos, a pochi minuti dal termine della partita T. A., impiegato comunale, nonché, addetto alla custodia della struttura sportiva, a pochi attimi dal fischio finale,  ha sferrato un pugno alla mascella di un giocatore del Casarano, che si trovava nei pressi della panchina riservata alla compagine ospite, nel corso di un diverbio a causa di un pallone di riserva.

Inoltre, R. R., a seguito dei fatti accaduti poco prima, a partita oramai terminata, accedeva, indebitamente, alla pista rossa da atletica circostante il campo da gioco, dopo aver superato un cancello divisorio posto tra la tribuna inferiore della struttura ed il campo. Giunto a pochi metri dalla panchina ospite, veniva immediatamente bloccato dagli operatori della Digos e ricondotto, nuovamente, all’interno della tribuna. Proprio la presenza delle forze di polizia ha impedito che le condotte di T.A. ed R.R. fossero emulate da terzi. 

Come previsto dall’apparato normativo vigente, entrambi i soggetti  sono stati sottoposti alla misura di prevenzione atipica del Daspo, con annessi obblighi di firma, rispettivamente per 7 e 5 anni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno a calciatore avversario, Daspo per custode del Pinto e tifoso della Casertana

CasertaNews è in caricamento