rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca Marcianise

La costringono a fare pace col marito, intera famiglia sotto processo

L'uomo ed i suoi familiari accusati di violenza privata nei confronti della ex moglie

"Tra moglie e marito non mettere il dito". A volte un vecchio detto può essere utile, anche ad evitare un processo. Se lo ricorderanno bene i 4 familiari di un uomo che, intervenuti per mettere la pace tra moglie e marito, sono finiti dinanzi al giudice Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere con l'accusa di violenza privata

I fatti si sono verificati la sera del 1 agosto del 2015 quando una donna in seguito ad una discussione con l'ex marito (anche lui sotto processo) aveva trovato riparo presso l'abitazione di un'amica, nei pressi del Velodromo di Marcianise. A quel punto i familiari dell'uomo si presentarono sotto l'abitazione dove la donna si era rifugiata e, con lo scopo di mettere la pace, la costrinsero, contro la propria volontà, a salire in macchina e fare ritorno a casa. 

La donna, costituitasi parte civile con l'avvocato Pasquale Delisati, ha denunciato tutti: il marito, dal quale si è poi separata, ed i suoi familiari. Nel corso dell'udienza celebrata oggi è stato ascoltato uno dei carabinieri che ha raccolto la querela. Poi il giudice ha rinviato il processo a maggio. La donna, nel frattempo, ha rimesso la querela nei confronti dei parenti dell'ex coniuge ma il processo a loro carico va avanti. 

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La costringono a fare pace col marito, intera famiglia sotto processo

CasertaNews è in caricamento