Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Teverola

Ex assessore indagato per corruzione. "Pago il contesto, inficiato il buon lavoro"

Buonpane commenta l'inchiesta che lo vede coinvolto: "Un fulmine a ciel sereno"

“Scusate il ritardo ma ho avuto un momento di smarrimento. Ho perso la bussola. Solo adesso riesco a mettere insieme due pensieri”. E’ questo il commento di Pasquale Buonpane, ex assessore ai Lavori pubblici di Teverola, tra i 9 indagati dell’inchiesta che ha sconvolto la vita politica teverolese. “Non mi sarei mai aspettato di ricevere un avviso di garanzia, presumibilmente per questioni riguardanti il periodo del mio assessorato ai lavori pubblici e urbanistica. Scrivo “presumibilmente” perché, trattandosi di una richiesta di proroga delle indagini, non è possibile visionare gli atti ed averne certezza. E non me lo sarei mai aspettato perché sono convinto di avere operato sempre nel rispetto delle regole. Certo il contesto è quello che è. Ma non mi sono mai fatto fermare dalle difficoltà perché convinto che bastasse operare in buona fede, convinto di “stare nel giusto”, sostenendo con tutte le forze ciò che “si può fare” ed ostacolando con altrettanta forza ciò che “non si deve fare”. Anche facendo scelte impopolari e rinunciando a posizioni di potere. Evidentemente mi sbagliavo. Purtroppo il contesto conta e può inficiare anche il buon lavoro. Non è tempo di valutazioni. Adesso voglio solo ringraziarvi per le tante attestazioni di stima e vicinanza che mi stanno arrivando. Sono il mio nutrimento in queste ore buie. E lasciatemi anche dire con fermezza che, nonostante il dolore che mi procura questa ferita, la Giustizia non si teme, ma si sostiene con convinzione e fiducia. Lo dico da uomo e da avvocato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex assessore indagato per corruzione. "Pago il contesto, inficiato il buon lavoro"
CasertaNews è in caricamento