Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Santa Maria a Vico

Tamponi di massa per docenti e alunni. "Focolai e ancora troppi assembramenti"

Il sindaco lancia l'allarme e chiede anche ai genitori di sottoporsi allo screening

Resta alta l’attenzione sul fronte dei contagi da Covid-19 su tutto il territorio di Santa Maria a Vico dove, ad oggi, si registrano 66 positivi con un incremento di venti unità rispetto alle ultime settimane. Ben 771 i cittadini guariti da Covid mentre 14 restano in quarantena. A snocciolare i dati il sindaco Andrea Pirozzi.

“Un aumento – ha spiegato il primo cittadino – causato da alcuni focolai che si sono registrati in alcune zone della città e che hanno interessato diverse famiglie”. Confortanti gli ultimi dati che interessano, nel suo complesso, l’Istituto Comprensivo. Su un totale di 1700 persone, tra docenti ed alunni, al momento risultano positivi un allievo e due docenti mentre altri 23 alunni stanno ultimando il periodo di quarantena.

Intanto a partire da oggi, sabato 13 Febbraio, grazie ad una convenzione stipulata con la Croce Rossa Italiana, sarà avviata la già annunciata campagna di screening che interesserà, in prima istanza, i docenti, gli alunni ed i genitori del plesso “Maielli” chiuso lo scorso 29 Gennaio. I controlli, che saranno effettuati da personale medico ed infermieristico della Croce Rossa, con il supporto dei volontari della Protezione Civile, saranno effettuati presso il plesso scolastico “Giacomo Leopardi” in piazza Roma.

Di qui l’invito del sindaco Andrea Pirozzi ai genitori, perché aderiscano numerosi a questa iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione comunale nell’interesse e per il bene di tutti e che purtroppo ha fatto registrare – per il plesso Maielli – solo il 35 per cento di adesioni.

Nei giorni scorsi, inoltre, è partita la campagna di vaccinazione per tutti i cittadini “Over 80” ma non sono pochi i casi di difficoltà segnalati da parte di molti circa la registrazione sulla piattaforma sanitaria per la prenotazione del vaccino. Al fine di venire incontro a queste persone l’amministrazione comunale ha messo a disposizione un servizio di consulenza a cura dei volontari della Protezione Civile.

Infine il sindaco Andrea Pirozzi è intervenuto sulla delicata vicenda dei continui assembramenti di giovani in orario notturno, ricordando che “proprio nei giorni scorsi è stata emessa una ordinanza (numero 36/2021) che prevede il divieto temporaneo di consumo di alimenti e bevande in luoghi e spazi pubblici”. A tal proposito il primo cittadino ha chiesto la collaborazione da parte dei genitori perché non lascino che i propri figli rimangano in strada oltre le 22. Contro questi fenomeni, ha assicurato Pirozzi, “saremo determinati nell’attuare controlli serrati, adottando anche un inasprimento della risposta sanzionatoria”. Nei prossimi giorni, oltre a Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani già impegnati in servizi di prevenzione e repressione, saranno messe in campo nuove strategie che prevedono il controllo del territorio attraverso il sistema di videosorveglianza già attivo su tutte le zone del comune.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi di massa per docenti e alunni. "Focolai e ancora troppi assembramenti"

CasertaNews è in caricamento