menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, c’è la nona vittima: 448 casertani in quarantena

La vittima è di Roccamonfina. Oltre 1300 persone in isolamento

Sale a 9 il numero delle persone decedute per il contagio da coronavirus in provincia di Caserta. L'83enne di Roccamonfina, Mario Delli Colli, ricoverato al Neuromed di Pozzilli, è passato a miglior vita. A renderlo noto è stato il sindaco di Roccamonfina Carlo Montefusco che ha spiegato: "Il nostro caro amico Mario era ricoverato da mesi nel presidio ospedaliero Neuromed ed era risultato positivo al terribile virus che sta mietendo vittime in tutto il mondo. Un caloroso abbraccio fraterno a tutti i familiari del compianto Mario da parte mia e dell'intera collettività roccana". Poi l'ennesimo appello: "Tutto andrà bene se restiamo a casa. Vi terrò aggiornati sulla nuova ordinanza firmata".

Tutti gli aggiornamenti sul coronavirus in provincia di Caserta

Nelle ultime ore a Marcianise si era sparsa la voce di un nuovo possibile decesso di persona affetta da coronavirus. Si tratta di una donna deceduta per arresto cardiaco e che successivamente e’ stata sottoposta a tampone così come avviene per protocollo per tutti coloro che muoiono in ospedale. Al momento però sia da Comune che da fonti Asl non arrivano conferme relativamente alla positività del tampone. Oltretutto sono state allertate anche le forze dell’ordine per monitorare i familiari che risultano comunque attualmente in isolamento. 

I casi in provincia di Caserta, confermati dall’Asl e dai sindaci, sono al momento 109 tra cui 9 deceduti: 19 a Santa Maria Capua Vetere (tra cui 3 deceduti); 6 a Caserta (tra cui una deceduta, una guarita e due medici del Sant'Anna e San Sebastiano contagiati); 6 a Bellona (una poi risultata negativa alle controanalisi); 6 a Francolise; 5 a Mondragone (tra cui un deceduto ed uno risultato negativo alle controanalisi); 5 ad Aversa; 5 a Cesa (di cui uno guarito); 5 a Castel Volturno (tra cui un uomo deceduto); 4 a Orta di Atella; 4 a Santa Maria a Vico; 3 a Maddaloni; 3 a Casagiove; 3 a Villa Literno; 3 a Succivo; 3 a Sant’Arpino; 3 Teverola (tra cui l’ex europarlamentare Nicola Caputo); 3 a San Prisco (tra cui un deceduto); 2 a Capua; 2 a Macerata Campania; 2 a Curti; 2 a San Tammaro; 2 a Falciano del Massico; 2 a Vitulazio (una deceduta); 2 a Gricignano; 1 a Marcianise; 1 a Casal di Principe (guarita); 1 a Parete; 1 a Lusciano; 1 a Portico di Caserta; 1 a Capodrise, 1 a Sparanise, 1 Teano, 1 Roccamonfina (deceduto).

A questi un anziano napoletano che era ricoverato all’ospedale di Marcianise; una donna che lavorava in un’azienda nella zona industriale di Carinaro; un 86enne di Marcianise spirato dopo il ricovero in un ospedale in provincia di Milano; un 72enne casertano morto all’ospedale di Genova; una donna, residente nel napoletano e dipendente della Comdata di Marcianise; una persona dipendente del Tribunale di Napoli Nord ad Aversa; uno straniero, residente fuori regione, risultato positivo a Cellole dove si trova a casa di alcuni familiari. Inoltre in provincia di Caserta risultano esserci 448 in quarantena e 1313 in isolamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento