rotate-mobile
Cronaca Alife

Boom di contagi. "Il sindaco firmi lockdown per non vaccinati"

Cirioli: "I numeri potrebbero essere anche più alti. Servono interventi subito"

Ben 55 positivi al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore e addirittura 114 cittadini attualmente contagiati. Sono i numeri impressionanti della comunità di Alife, paesino di 7mila abitanti che sta vivendo un vero e proprio incubo a causa di questo maledetto virus. Il sindaco Maria Luisa Di Tommaso, che è stata in quarantena per la positività del figlio, ha sospeso la fiera settimanale ma arriva dall'ex sindaco, Salvatore Cirioli, una nuova istanza affinché si possa frenare l'ondata di contagi. 

"Le iniziative finora si sono rivelate inefficaci. Basti pensare all’ordinanza di San Silvestro dove si ordinava la chiusura dei bar e delle vinerie alle 13,quando quattro bar ed una delle due vinerie erano gia chiuse per contagi del personale, altri due bar avevano deciso di chiudere già dalla mattina e senza pensare che, in tutti i paesi limitrofi, i locali erano tutti aperti senza nessuna restrizione". Per questo motivo Cirioli, oggi consigliere comunale di opposizione, chiede "un piano di pattugliamento e controllo dell’intero territorio del Comune di Alife, a mezzo delle Forze di Polizia (chiedendo ove necessario l’intervento dell’Esercito, previa autorizzazione del Prefetto pro-tempore, al quale la presente viene inoltrata per conoscenza), al fine di garantire un maggior rispetto delle prescrizioni attualmente esistenti, delle prossime misure, messe in atto, e scongiurare che soggetti, ancora ignari della situazione di pericolo, possano disattendere le normative in vigore ponendo in pericolo la salute e l’incolumità di tutti i cittadini; limitare le uscite alla sola attività lavorativa per i non vaccinati; richiedere all’Asl la predisposizione di open day vaccinali, sul territorio per i bambini, che in quanto non vaccinati, alla riapertura delle scuole sarebbero i soggetti più esposti e vulnerabili". 

E quindi "favorire la vaccinazione a tutti coloro che non sono vaccinati o che non hanno ancora concluso il ciclo completo; attraverso anche la previsione di una navetta che a cadenza bisettimanale accompagni le persone al centro vaccinale di Piedimonte Matese". Cirioli chiede anche la "regolamentazione del mercato settimanale, mediante controllo di tutti gli operatori commerciali, impedendo di operare a chi non è vaccinato e mediante la creazione di varchi d’ingresso dove controllare il Green Pass rafforzato ai clienti (ad Alife questo è facile da realizzare perché gran parte del mercato è disposto su una sola strada). E’ necessario limitare i nostri spostamenti a quelli strettamente necessari. Serve serietà, consapevolezza, e buon senso che la maggior parte di noi sta dimostrando di possedere, ma molti altri non sembrano aver ancora compreso la gravità della situazione. Questa piccola ma pericolosa quota di inadempienti, rischia di vanificare lo sforzo di tanti e mantenere attivo il focolaio epidemico anche nella nostra cittadina". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di contagi. "Il sindaco firmi lockdown per non vaccinati"

CasertaNews è in caricamento