Caos in Consiglio, Marrocco e Bonacci lasciano l'aula per protesta

Il casus belli è stata è la mancata iscrizione all’ordine del giorno di una mozione e due interrogazioni

Il consigliere di 'Orizzonte Comune' Marrocco ha lasciato l'aula per protesta

I consiglieri comunali del gruppo ‘Orizzonte Comune’ hanno abbandonato l’aula dell’Assise per protesta ufficiale nei confronti del presidente del Consiglio di Calvi Risorta.

Antonello Bonacci e Giovanni Marrocco hanno preso parte al Consiglio tenutosi ieri ma, subito dopo l’appello, hanno presentato una nota di protesta al presidente e alla Prefettura affinché si realizzi una gestione democratica e partecipata del Consiglio. Il casus belli è la mancata iscrizione e discussione all’ordine del giorno di una mozione (riguardante la Tari) e due interrogazioni.

“Abbiamo ricevuto una nota alle ore 18, cioè all’inizio del Consiglio, in cui si diceva che le nostre richieste sarebbero state trattate nella seduta successiva – spiega Antonello Bonacci - Al di là della intempestività della nota, non capiamo perché non si siano trattate questioni a nostro avviso urgenti e necessarie per il pubblico interesse. Gestione del patrimonio, igiene pubblica, ambiente: sono temi sui quali non si può temporeggiare”.

E prosegue il consigliere Marrocco: “Tra le note disattese ce n’è una bloccata da due mesi. Una discussione consiliare importante (perché riguardante la bonifica dell’area ex Pozzi), alla quale il sindaco ha risposto in modo telegrafico, senza che il presidente ne prevedesse la discussione. Il nostro è un impegno serio e volto al pubblico interesse. Non ci va che il tutto si riduca ad una logica di appartenenza. Il presidente dev’essere imparziale. Crediamo comunque che questi episodi siano scongiurati una volta per tutte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento