Spara al gioiellerie durante la rapina, maxi condanna in Appello

I giudici hanno confermato i 17 anni di carcere per D'Addio

La Corte di Appello di Napoli ha confermato la condanna a 17 anni di carcere per Vincenzo D’Addio, uno dei due rapinatori autori del colpo commesso ai danni della gioielleria ‘MM’ di Pastorano nell’ottobre 2016. D’Addio, originario di Santa Maria a Vico, era assieme al complice Francesco Biccardi (di Capua, condannato in secondo grado a 7 anni e 10 mesi), nel raid che si era concluso col ferimento del titolare del negozio, colpito al petto da un colpo da arma da fuoco ma scampato alla morte.

Come riporta ‘Il Mattino’ Biccardi e D’Addio minacciarono con un’arma il titolare della gioielleria per farsi consegnare i preziosi e nella fuga spararono un colpo che raggiunse l’uomo. Biccardi rimase infatti bloccato nella porta della gioielleria, trattenuto da alcune persone, e D’Addio per liberarlo sparò il colpo che raggiunse il gioiellerie. 

I due erano accusati di detenzione abusiva di arma, rapina aggravata e tentato omicidio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento