Spara al gioiellerie durante la rapina, maxi condanna in Appello

I giudici hanno confermato i 17 anni di carcere per D'Addio

La Corte di Appello di Napoli ha confermato la condanna a 17 anni di carcere per Vincenzo D’Addio, uno dei due rapinatori autori del colpo commesso ai danni della gioielleria ‘MM’ di Pastorano nell’ottobre 2016. D’Addio, originario di Santa Maria a Vico, era assieme al complice Francesco Biccardi (di Capua, condannato in secondo grado a 7 anni e 10 mesi), nel raid che si era concluso col ferimento del titolare del negozio, colpito al petto da un colpo da arma da fuoco ma scampato alla morte.

Come riporta ‘Il Mattino’ Biccardi e D’Addio minacciarono con un’arma il titolare della gioielleria per farsi consegnare i preziosi e nella fuga spararono un colpo che raggiunse l’uomo. Biccardi rimase infatti bloccato nella porta della gioielleria, trattenuto da alcune persone, e D’Addio per liberarlo sparò il colpo che raggiunse il gioiellerie. 

I due erano accusati di detenzione abusiva di arma, rapina aggravata e tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento