rotate-mobile
Cronaca San Marcellino

Imputato cambia residenza, atti non notificati: annullata la condanna

La Cassazione accoglie il ricorso dell'avvocato: si ritorna alla Corte d'Appello

La Cassazione ha annullato la sentenza di condanna per il 35enne Gennaro Chianese di San Marcellino che aveva 'incassato' 3 anni e 4 mesi per fraudolento danneggiamento di beni assicurati. Adesso il caso dovrà nuovamente essere affrontato alla Corte di Appello di Napoli. Accolto infatti il ricorso presentato dall'avvocato Generoso Grasso.

In pratica l'avvocato aveca chiesto la rescissione del giudicato in quanto il decreto che disponeva il giudizio nei confronti del suo assistito era stato notificato presso il difensore d'ufficio, per effetto della sopravvenuta irreperibilità del richiedente. Ma semplicemente Chianese era 'irreperibile' perché aveva cambiato il domicilio rispetto al 2015 quando venne raggiunto dall'avviso di conclusione delle indagini preliminari. 

Quindi per l'avvocato questo avrebbe provocato l'illegittimità di tutti gli atti processuali derivanti. L'Appello aveva risposto picche, mentre la Cassazione ha dato ragione all'avvocato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imputato cambia residenza, atti non notificati: annullata la condanna

CasertaNews è in caricamento