rotate-mobile
Cronaca Sessa Aurunca

Fino a 30mila euro per superare i concorsi: chieste 8 condanne

Il procuratore generale chiede la conferma delle pene in primo grado a carico degli imputati

Il procuratore generale ha chiesto la conferma delle condanne a carico di 8 imputati che i giudici del tribunale di Napoli Nord hanno giudicato colpevoli dei reati a loro ascritti che vanno, a vario titolo, dalla truffa al millantato credito. Davanti alla Quinta Sezione della Corte d’Appello di Napoli, oltre al procuratore generale, hanno discusso anche le parte civili. Nella prossima udienza, fissata a dicembre, sarà il turno degli avvocati difensori.

In primo grado i giudici del tribunale di Napoli Nord hanno condannato Antonio Cassese, 50enne di Pozzuoli, a 1 anno e mezzo di reclusione (con pena sospesa); Enrico Cassese, 54 anni di Giugliano, a 3 anni e mezzo; 5 anni per Carmine Imparato, 53 anni di Sessa Aurunca; 2 anni con pena sospesa per Marianna Ciccarelli, 40 anni di Giugliano; 2 anni con pena sospesa per Salvatore Pagliuca, 54 anni di Aversa; 2 anni con pena sospesa per Giuseppe Garofano, 59 anni di Aversa; un anno e mezzo con pena sospesa per Caterina Grimaldi, 59 anni di Giugliano; 8 mesi per Michele Mastrogiacomo, 58 anni di Giugliano.

Secondo l’accusa gli indagati avrebbero millantato "agganci" per il superamento dei concorsi pubblici nelle forze dell'ordine - addirittura ai vertici delle amministrazioni interessate - facendosi così consegnare soldi dai familiari dei ragazzi che dovevano sostenere le prove. Ed avrebbero chiesto fino a 30mila euro per superare i concorsi nelle forze armate, dalla penitenziaria alla polizia di Stato. Cinque delle vittime si sono costituite parti civili. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Raffaele Costanzo, Felice Belluomo, Gianluca Di Matteo, Paolo De Angelis e Ferdinando Letizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 30mila euro per superare i concorsi: chieste 8 condanne

CasertaNews è in caricamento