Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Imprenditore 'amico' di Zagaria: la Cassazione annulla l'ordinanza

Gli atti inviati nuovamente al tribunale del Riesame

Michele Zagaria

La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso presentato dall’avvocato Giovanni Cantelli per conto dell’imprenditore Domenico Pagano ed ha annullato, con rinvio al tribunale del Riesame, l’ordinanza di custodia cautelare a suo carico.

Pagano fu cooinvolto in un’inchiesta della Dda nel febbraio scorso: è ritenuto gravemente indiziato di essere inserito nel Clan dei Casalesi avendo allacciato, fin dagli anni ’90, rapporti collusivi in particolare con Michele Zagaria e Giacomo Capoluongo, divenendo poi imprenditore di riferimento per la fazione Schiavone alla quale procurava stabili finanziamenti come quota sui lavori ottenuti grazie all’intervento del clan.

A Pagano venne anche sequestrato il “Palazzo delle Cento Persone” di Capua dove sarebbe dovuta sorgere una RSA. L’immobile, in passato pignorato ad Angela Iovene, moglie di Rodolfo Statuto (deceduto e già condannato con la cosiddetta sentenza Spartacus per artt. 110, 416 bis c.p.), era stato acquistato, mediante una procedura esecutiva, per l’importo di 1.455.129,50 euro dalla società immobiliare: nella compravendita in questione la fazione Schiavone reinvestiva la somma di 500.000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore 'amico' di Zagaria: la Cassazione annulla l'ordinanza

CasertaNews è in caricamento