Spedizione punitiva contro commerciante e moglie, così la famiglia Aria terrorizzava le vittime

Un pestaggio brutale con mazze, calci e pugni anche nei confronti di una donna. L’aggressione forse legata allo stop dei pagamenti

Un pestaggio brutale, giustificato con le presunte offese che sarebbero state rivolte nei confronti della fidanzata di Michele jr Aria, ma che (potrebbe essere l’ipotesi più reale) voleva essere un modo per costringere la vittima di estorsione a riprendere i pagamenti che erano stati fermati. E’ quanto hanno ricostruito gli uomini della Squadra Mobile di Caserta che, nei giorni scorsi, hanno arrestato i fratelli Michele jr ed Armando Aria, insieme al padre Michele.

L’episodio in questione, ricostruito dalle vittime agli inquirenti, sarebbe avvenuto nell’agosto del 2017. Prima si presentarono alla concessionaria (dopo aver minacciato il proprietario via WhatsApp) Armando Aria, insieme al fratello ed alla mamma, chiedendo spiegazioni per le offese ricevute dalla fidanzata di Michele; poi fecero ritorno dopo un’ora Armando e Michele jr insieme al padre ed iniziano ad aggredire il proprietario della concessionaria e la compagna. Una aggressione violentissima con calci, pugni ed anche l’utilizzo di una mazza. L’uomo scappò in un’azienda vicina e riuscì ad allontanarsi utilizzato un’auto trovata lì parcheggiata per recarsi dai carabinieri, mentre uno dei fratelli Aria si avventava contro la compagna, colpendola anche alla testa.

La coppia, per paura di ritorsioni, decise di non tornare a casa a dormire quella sera e si recò in albergo. Come detto, la “motivazione” dell’aggressione era legata a presunte offese che sarebbero state rivolte alla fidanzata di Michele jr Aria, ma in realtà si potrebbe trattare anche di un tentativo di costringere il commerciante a pagare nuovamente le tangenti che da qualche tempo aveva sospeso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento