Cronaca Castel Volturno

Estremista di destra piazza 'finto' pacco bomba in Comune

Gli artificieri hanno trovato la scatola ma mancava la carica esplosiva: fermato e ascoltato dai carabinieri

Piazza una finta bomba all'interno del Comune e ne rivendica il gesto: fermato dai carabinieri. È quanto accaduto poco fa a Castel Volturno presso la casa comunale dove è stato rinvenuto un ordigno rudimentale sul davanzale della finestra dell'Ufficio Tributi del Comune di Castel Volturno creata per accogliere gli utenti ai tempi del Covid-19.

Una scatola di cartone con fili elettrici che fuorisciuvano con all'interno un telefono cellulare che doveva servire come innesco, mancava però la carica esplosiva. È ciò che è stato rinvenuto dal gruppo artificieri dei carabinieri della compagnia di Caserta.

M. M., ultra settantenne estremista di destra pluricandidato a sindaco col Partito Sociale Italiano, ha rivendicato il gesto estremo ammettendo di aver piazzato il finto ordigno nella Casa Comunale.  È stato intercettato dai carabinieri della stazione di Castel Volturno e condotto in caserma per chiarire la propria posizione. Presumibilmente è stato sottoposto a fermo indiziario per detenzione di materiale esplosivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estremista di destra piazza 'finto' pacco bomba in Comune

CasertaNews è in caricamento