menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tifoseria del Gladiator

La tifoseria del Gladiator

Ha violato il Daspo, sentenza per l’ultrà

Il tifoso del Gladiator assolto dal giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Assolto con formula piena perché “il fatto non costituisce reato”. La presidente della prima sezione penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Roberta Carotenuto ha emesso una sentenza di assoluzione per Italo Fatone, 25enne sammaritano difeso dall’avvocato Raffaele Crisileo.

Violazione del Daspo: questa l’accusa nei confronti del giovane che, essendo un accanito tifoso della squadra calcistica locale, il Gladiator, non si era recato a firmare presso il posto di polizia, come gli era stato ordinato dal giudice l’11 dicembre 2013 in occasione di una partita di recupero del campionato di Serie D in cui militava la squadra calcistica sammaritana.

La probabile motivazione su cui si incentrerà la sentenza del giudice Carotenuto sarà relativa all’assenza dell’elemento psicologico del reato. Sull’assenza di dolo nel comportamento di Italo Fatone ha discusso il suo difensore, l’avvocato Crisileo, e questa argomentazione è stata recepita dal giudice. A denunciare il tifoso gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Santa Maria Capua Vetere, che in precedenza avevano denunciato Fatone alla competente autorità per l’applicazione del Daspo della durata di cinque anni per comportamento violento negli stadi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento