rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca Casal di Principe

Falsa denuncia per un assegno: finisce sotto processo ma si salva

Il giudice lo ha assolto dopo la denuncia presentata

Accusa l'emissario di un assegno di ricettazione e finisce sotto processo per calunnia: assolto.

E’ quanto disposto dal giudice monocratico Elvira Terranova del Tribunale di Napoli Nord nei confronti di A.V., 55enne di Casal di Principe, assistito dagli avvocati Domenico Quintiliano e Giuseppe Natale.

L’uomo era finito sotto processo per una falsa denuncia di smarrimento presentata ai carabinieri della stazione di San Cipriano d'Aversa nel marzo 2027 relativa ad un assegno bancario emesso da un istituto di credito di Napoli a lui intestato ed incolpava l'emissario F.G 46 enne di Casal di Principe sapendolo innocente di ricettazione in quanto giratario per l'incasso dell'assegno stesso.

La difesa ha fatto emergere la buona fede del loro assistito poiché lo stesso aveva presentato una serie di denunce per ricettazione e l'emissario era finito nel mezzo. Tesi che ha convinto il giudice monocratico normanno che ha propeso per l’assoluzione di A.V.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsa denuncia per un assegno: finisce sotto processo ma si salva

CasertaNews è in caricamento