menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091121165716_BELFORTE_Salvatore

20091121165716_BELFORTE_Salvatore

Omicidio coniugi Letizia: custodia cautelare in carcere per Salvatore Belforte

Marcianise - Nella tarda serata di ieri, presso la Casa di reclusione di Milano Opera, militari del Nucleo Investigativo di questo Comando hanno dato esecuzione ad Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Salvatore...

Nella tarda serata di ieri, presso la Casa di reclusione di Milano Opera, militari del Nucleo Investigativo di questo Comando hanno dato esecuzione ad Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Salvatore Belforte, 49enne capo dell'omonimo clan detto anche dei "mazzacane", operante in Marcianise, Caserta e comuni limitrofi, ritenuto responsabile, in concorso, del duplice omicidio consumato in Marcianise, il 10 apr 1997, in danno dei coniugi Giovanna Breda e Biagio Letizia.L'agguato venne attuato dal clan marcianisano poiché la donna era ritenuta confidente dei Carabinieri, mentre il marito venne condannato a morte perchè, rifiutatosi di uccidere la consorte, stava peraltro tentando di costituire un autonomo sodalizio criminale.

La misura cautelare è stata eseguita su disposto di Ordinanza del Tribunale del Riesame di Napoli, che ha accolto l'appello proposto dai P.M. (dr. Raffaello Falcone e dr. Alfonso D'Avino) della Procura Distrettuale Antimafia di Napoli in seguito al rigetto, da parte del G.I.P. competente, dell'applicazione dell'Ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Salvatore Belforte.
La misura era invece stata concessa dal G.I.P nei confronti del fratello, Domenico Belforte, e degli affiliati Felice Napolitano e Pasquale Cirillo. Nei confronti dei tre era stata data esecuzione, sempre dai Carabinieri di Caserta, il 7 aprile scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento