menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20081114165018_carabinieri_01

20081114165018_carabinieri_01

Operazione anticrimine carabinieri: raffica di arresti e denunce

Piedimonte Matese - Blitz dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretta dal Capitano Salvatore Vitiello, con l'obiettivo di contrastare fenomeni di criminalità e di illegalità diffusa nei comuni dell'alto casertano. Pattuglie di...

Blitz dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretta dal Capitano Salvatore Vitiello, con l'obiettivo di contrastare fenomeni di criminalità e di illegalità diffusa nei comuni dell'alto casertano. Pattuglie di militari delle Stazioni di Ailano e Capriati, con il Maresciallo William Salvatore e gli Appuntati Scelti Nino Amoroso, Luigi Imbriglia e Paolo Minchella, e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Piedimonte, hanno setacciato palmo a palmo i comuni del comprensorio matesino e dei territori limitrofi. Il bilancio definitivo delle operazioni é stato di due persone arrestate in flagranza di reato, tre denunciate in stato di libertà, due pregiudicati proposti per la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio e decine di controlli e perquisizioni. A finire in manette, Bada Coulibalis, 28enne e Yaya Soumari, 24enne, entrambi di origine nord africana, su di loro i Carabinieri hanno scoperto che da oltre due anni avevano un conto in sospeso con la giustizia italiana. Infatti risultavano colpiti da provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale ed inoltre sospettati di essere coinvolti in attività illegali, come reati contro il patrimonio e la persona, nonché reati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati immediatamente arrestati e trasferiti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Altri tre immigrati di origine nord africana, a seguito delle recenti modifiche legislative, sono stati invece denunciati poiché risultavano privi di regolare permesso di soggiorno, pertanto dovranno rispondere del reati di ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale. Indagini sono tuttora in corso anche per accertare chi abbia eventualmente favorito la loro permanenza illegale sul territorio italiano. Due pregiudicati di origine napoletana, M.C., 35enne, e N.R., 39enne, con a carico precedenti per estorsione, furto e ricettazione, sono stati invece sorpresi nel territorio matesino mentre si aggiravano nei pressi di alcune abitazioni isolate. I due che non hanno saputo giustificare i motivi della loro presenza nel territorio matesino, sono stati fermati ed accompagnati in Caserma, dove nei loro confronti è stata avviata la procedura per l'irrogazione della Misura di Prevenzione che prevede il Foglio di Via Obbligatorio con il divieto di ritorno per la durata di tre anni. Infine, nel corso delle attività di monitoraggio del territorio, che hanno visto anche l'impiego di un elicottero del Servizio Aeronavale dell'Arma, sono stati sottoposti a controllo 120 veicoli ed identificate 145 persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento