Aggredisce la ex per gelosia, ma viene fatto arrestare da alcuni passanti

Finalmente i cittadini non hanno girato la faccia dall'altra parte: in manette un 32enne che perseguitava la ragazza da tempo

Finalmente un gesto semplice, che è servito per aiutare una ragazza in difficioltà. Finalmente qualcuno che decide di non girare la testa dall'altra parte e fa arrestare un ragazzo che stava perseguitando la ex fidanzata. I carabinieri della Compagnia di Pozzuoli hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e rapina commessi ai danni della ex compagna, una 32enne di Castel Volturno. La persecuzione era iniziata nell’agosto 2015 quando il 32enne uscì dal carcere dove era detenuto per rapina: da allora iniziò a perseguitarla avendo lei manifestato il pensiero di interrompere la relazione. Da quel momento anni di tormenti, minacce di morte, aggressioni fisiche. L’ultimo episodio venerdì su via Campana  Pozzuoli: l’uomo l’ha avvicinata, in preda alla gelosia l’ha aggredita e si è impossessato del suo telefono. Alcuni passanti, non rimasti indifferenti alla difficoltà della vittima, hanno chiamato il 112 permettendo così l’immediato intervento dei carabinieri. L’uomo è stato arrestato e tradotto ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo. Il cellulare è stato recuperato e restituito alla donna, poi accompagnata in ospedale dove le è stato curato il trauma al braccio riportato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

Torna su
CasertaNews è in caricamento