rotate-mobile
Cronaca

Corruzione per gli appalti: anche 2 sindaci in manette

L'indagine ha riguardato anche alcune gare della Provincia di Caserta

Arresti eccellenti nell'inchiesta portata a termine questa mattina dai carabinieri tra le province di Benevento e Caserta. Ai domiciliari sono finiti il presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria, sindaco di Santa Croce del Sannio, e il sindaco di Buonalbergo Michelantonio Panarese.

I due politici sono stati raggiunti da un'ordinanza che dispone gli arresti domiciliari nei confronti di 8 persone e il divieto temporaneo di contrattare con la pubblica amministrazione nei confronti di altri 10 indagati. L'inchiesta si concentra su 11 procedure pubbliche di appalto indette o gestite dalla Provincia di Benevento, dalla Provincia di Caserta e dal Comune di Buonalbergo.

I reati contestati, a vario titolo e in concorso, sono corruzione aggravata, turbata libertà degli incanti, rivelazione di segreti d'ufficio, emissione di fatture per operazioni inesistenti, tentativo di induzione indebita a dare o a promettere altre utilità, tentativo di concussione, turbata libera scelta del contraente e falso ideologico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione per gli appalti: anche 2 sindaci in manette

CasertaNews è in caricamento