Arrestati per corruzione ma il giudice assolve ex sindaco ed assessore

La sentenza ribalta le accuse mosse dalla Procura contro Di Matteo e Catone

Antonio Catone e Dario Di Matteo

Assolti perchè il fatto non sussiste. E' stata questa la decisione del gup Nicoletta Campanaro del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti dell'ex sindaco di Teverola Dario Di Matteo e dell'ex vicesindaco ed assessore con delega all'Ambiente del comune di Vitulazio Antonio Catone.

I due erano entrambi accusati di corruzione. Fu l'imprenditore della Dhi Alberto Di Nardi a svelare agli inquirenti della Procura di Santa Maria Capua Vetere il patto corruttivo con gli amministratori locali dei due Comuni. Secondo gli inquirenti avrebbero favorito l'affidamento alla Dhi in cambio di posti di lavoro e sponsorizzazioni, ritenute illecite dalla Procura.

Accuse per le quali nel febbraio del 2017 Catone e Di Matteo vennero arrestati. A distanza di tre anni quelle accuse sono state smontate nel corso del processo con abbreviato. Hanno retto le tesi dei difensori degli imputati - gli avvocati Luca Viggiano, Lorenzo Caruso e Carlo De Stavola - che sono riusciti a dimostrare l'infondatezza delle accuse mosse a carico dei loro assistiti.   


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • La Campania 'promossa' in zona arancione: riaprono i negozi per lo shopping di Natale

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento