menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
141731_piscina_villa_buttone_ftv

141731_piscina_villa_buttone_ftv

Gdf sequestra villetta con piscina intestata fittiziamente a terzi: denunciati Buttone e la moglie

Capodrise - Nella mattinata del 27 Maggio, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura dellaRepubblica di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia, i Finanzieri della Compagnia diMarcianise e dello Scico di Roma hanno dato esecuzione a un...

Nella mattinata del 27 Maggio, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura dellaRepubblica di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia, i Finanzieri della Compagnia diMarcianise e dello Scico di Roma hanno dato esecuzione a un decreto di sequestropreventivo d'urgenza di un immobile con piscina, emesso nei confronti di due soggettidenunciati per intestazione fittizia di beni e riciclaggio. Il provvedimento cautelare, convalidato nei giorni successivi dal GIP di Napoli, è stato emesso nei confronti di Buttone Claudio e della moglie, i quali, secondo l'ipotesi accusatoria, hanno in modo fittizio intestato a terzi, estranei ai fatti, un immobile di pregio con annessa piscina, sito nel comune di Capodrise (Caserta), avente valore di oltre 200.000 euro.
Buttone Claudio, tuttora detenuto, in quanto ritenuto elemento organico al clanBelforte è accusato di aver attuato condotte finalizzate alrintestazione fittizia dei beninella consapevolezza rimpiegare nell'acquisto dell'immobile di proventi derivanti dalleattività illegali del clan di appartenenza. Ai proprietari del terreno, secondo quanto emerge dall'attività investigativa sinora espletata, era stato imposto un prezzo di acquisto molto inferiore al reale valore del cespite con l'intimazione di non formalizzare la compravendita, avvenuta nel 2007, quindi non trasferire in modo formale l'effettiva proprietà ai coniugi Buttone.

Il provvedimento di sequestro - che è il risultato di una capillare e attenta attività info-investigativa effettuata sul territorio e confermata da accertamenti di natura patrimonialecompiuti dai finanzieri sotto la direzione dei magistrati delia citata Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli - s'inquadra in una più ampia azione di contrasto ai canali di riciclaggioutilizzati dai clan camorristici, con specifico riferimento all'acquisizione di beni immobiliformalmente intestati a terzi estranei al circuito criminale di riferimento.
Il sequestro effettuato dai finanzieri segue di pochi mesi un analogo provvedimento ìemesso dalla medesima D.D.A., nei confronti degli stessi soggetti, con riferimento ad unimmobile sito in provincia di Potenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento