menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
133516_soldi_falsi

133516_soldi_falsi

Giro di banconote false, carabinieri arrestano un 74enne calabrese in possesso di 11mila euro di biglietti contraffatti [video]

Marcianise - A Napoli, in Corso Umberto Maddalena, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, hanno proceduto all'arresto del pluripregiudicato calabrese Lo Monaco Vittorio di anni 74.L'arresto è scaturito a...

A Napoli, in Corso Umberto Maddalena, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, hanno proceduto all'arresto del pluripregiudicato calabrese Lo Monaco Vittorio di anni 74.L'arresto è scaturito a seguito del controllo della vettura su cui viaggiava il Lo Monaco, la cui presenza era stata precedentemente segnalata in Marcianise, il quale aveva occultato all'interno di una scatola la somma contante di 11.000 (undicimila) euro in banconote da 50 euro e 20 euro.
L'arrestato all'atto del fermo ha cercato di eludere il controllo affermando di svolgere la funzione di ingegnere elettronico e di trovarsi a Napoli per motivi di lavoro.I numerosi precedenti di polizia hanno indotto gli operanti ad effettuare ulteriori accertamenti che hanno permesso di rinvenire l'ingente quantitativo di soldi falsi.Ulteriori accertamenti hanno consentito di verificare che l'uomo, è gravato da numerosi precedenti di polizia in materia di truffe elettroniche e di falso in genere. Lo stesso, come emerge da precedenti attività svolte dalla Procura della Repubblica di Napoli, è noto nel settore con il soprannome di "ingegnere" poiché ritenuto il capo di una associazione per delinquere che clonava le carte di credito da utilizzare per puntate al Casinò.La Compagnia di Marcianise ha intensificato i controlli a seguito di alcune segnalazioni pervenute dai commercianti cittadini che indicavano alcuni tentativi di spendita di banconote false.
L'arresto eseguito avviene a pochi giorni dall'altro arresto operato dagli stessi Carabinieri della Compagnia di Marcianise, il 5 agosto scorso, infatti, lungo il tratto autostradale A1 direzione Roma, allorquando vennero arrestate tre persone sorprese in possesso di 81.000 (ottantunomila) euro nascosti in un furgone adibito al trasporto di animali vivi.Sono in corso accertamenti tesi a verificare la destinazione dei soldi sequestrati oggi molto probabilmente destinati alle località di villeggiatura calabresi.L'arrestato è stato tradotto alla casa circondariale di Napoli Poggioreale.Il Comando Provinciale Carabinieri di Caserta è da sempre particolarmente attivo verso il contrasto ti tale tipologia delittuosa. I risultati conseguiti nell'ultimo bimestre del 2013 e i primi mesi del 2014ad oggi hanno permesso di sequestrare circa 300.000 euro in banconote false, arrestare 30 persone e scoprire una stamperia di monete contraffatte nonché un laboratorio per la falsificazione di valori bollati.
Al fine di fornire al cittadino idonee misure di prevenzione contro la spendita di monete e banconote false, presso il sito istituzionale www.carabinieri.it (al seguente linkhttps://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Consigli/Tematici/Banconote+e+monete+false) si può scaricare un vademecum.
Ioltre che è possibile verificare la originalità delle banconote attraverso una apposita sezione del sito internet del Ministero dell'Interno al seguente link: https://coordinamento.mininterno.it/servpub/ver2/Banconote/cerca_banco.htm ove l'utente potrà inserire il numero seriale della banconota sospetta per verificarne l'originalità.
I carabinieri ricordano che, in ogni caso, il cittadino che entri in possesso di una banconota che pensi possa essere contraffatta dovrà andare agli sportelli di una banca, di un ufficio postale o di una filiale della Banca d'Italia e farla esaminare. Qualora vi siano i presupposti per ritenere la falsità del titolo, lo stesso ritirato dalla circolazione e trasmesso all'amministrazione centrale della Banca d'Italia a Roma dove il nucleo di analisi per le banconote sospette di falsità (Nac) la esaminerà per accertarne la falsità.
Alla persona che ha presentato la banconota dovrà essere rilasciata una ricevuta ed una copia del titolo ritirato. Se il Nac della Banca d'Italia accerterà la legittimità della banconota, l'importo sarà rimborsato, senza alcuna trattenuta, con vaglia cambiario della Banca d'Italia. In caso contrario nulla è dovuto. Chi ha consegnato la banconota potrà chiedere informazioni sull'esito dell'accertamento Nac tramite le filiali della Banca d'Italia.Si ricorda che anche il solo tentativo di spendere una banconota falsa rappresenta una ipotesi di reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

Insegnante della scuola media positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento