Cronaca

Baby gang delle piscine: rubati smartphone sotto gli ombrelloni

Recale - Teppisti d'inverno, ladruncoli d'estate. I baby balordi non vanno mai in vacanza, nemmeno a luglio e ad agosto. Tra un tuffo e l'altro, sulle spiagge del litorale domitio o nelle piscine delle città, da sotto gli ombrelloni trafugano di...

083549_piscina_foto-generica

Teppisti d'inverno, ladruncoli d'estate. I baby balordi non vanno mai in vacanza, nemmeno a luglio e ad agosto. Tra un tuffo e l'altro, sulle spiagge del litorale domitio o nelle piscine delle città, da sotto gli ombrelloni trafugano di tutto: occhiali da sole, borse, portafogli e, soprattutto, telefoni cellulari, meglio se costosi e alla moda. Tra le vittime anche alcuni ragazzi di Recale, in trasferta al "Poseidon" di Santa Maria Capua Vetere, grazie a una convenzione stipulata con il Comune. Alcuni giorni fa, di ritorno al lettino da un bagno rigenerante, l'amara sorpresa: smartphone spariti e cassette di sicurezza, dove i più previdenti avevano riposto gli oggetti personali, forzate. Alla stazione dei carabinieri di Macerata qualche genitore ha denunciato gli episodi: a spingerli il senso civico, non la speranza, remota, di ritrovare i telefonini. «Mi auguro solo che gli autori - commenta uno di essi - non siano di Recale, perché, se così fosse, il caso, oltre che piacevole, sarebbe abbastanza triste».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang delle piscine: rubati smartphone sotto gli ombrelloni

CasertaNews è in caricamento