Cronaca

Furibonda lite per futili motivi: denunciate 4 persone

Piedimonte Matese - Nell'ambito di una serie di operazioni eseguite nelle ultime ore dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, ventuno persone sono finite nei guai per reati che vanno dalla rissa alle lesioni personali, dalle minacce...

064848_carabinieri

Nell'ambito di una serie di operazioni eseguite nelle ultime ore dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, ventuno persone sono finite nei guai per reati che vanno dalla rissa alle lesioni personali, dalle minacce al danneggiamento, dalla occupazione abusiva di abitazioni private alla violazione degli obblighi di assistenza familiare, dai reati in materia di sicurezza stradale ad altri reati contro la persona ed il patrimonio. Ad agire i militari delle Stazioni di Piedimonte, Alvignano, Capriati e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile. A Piedimonte Matese, nei confronti di quattro persone, di una età compresa tra i 25 e i 50 anni, appartenenti ad un medesimo nucleo familiare, è scattata una denuncia per rissa aggravata, in quanto per futili motivi tra di loro si scatenava una furibonda lite, nel corso della quale riportavano varie contusioni. E sempre a Piedimonte, un 20enne del posto, si è reso responsabile di minaccia aggravata, avendo minacciato di incendiarie l' autovettura della madre della sua ex fidanzata. Del reato di danneggiamento aggravato, dovrà invece rispondere un 80enne di Piedimonte, che per futili motivi, armato di un punteruolo ha danneggiato la carrozzeria dell' autovettura di un suo vicino di casa. Una 50enne di Gioia Sannitica, è finita invece nei guai per il reato di lesioni personali, avendo aggredito per futili motivi una sua conoscente, provocandogli varie contusioni. Un 45enne di Piedimonte è stato denunciato per violazione degli obblighi di assistenza familiare, avendo omesso di versare l' assegno di mantenimento a favore della ex consorte e del figlio minore, in violazione a quanto stabilito dal Tribunale Civile. Una coppia di stranieri, un 34enne e una 28enne di origine marocchina, si sono invece resi responsabili dell' occupazione abusiva di una abitazione privata, ubicata nella periferia di Alvignano. A Dragoni, tre persone del posto, un 30enne, una 25enne e una 40enne, sono finiti nei guai per minaccia aggravata e lesioni personali nei confronti di una 50enne del luogo, mentre un 60enne di Alvignano si è reso responsabile di danneggiamento aggravato avendo recato per futili motivi, gravi danni ad una recinzione in metallo che delimitava la proprietà di un suo vicino. Di guida senza patente, poiché mai conseguita, dovranno inoltre rispondere un 33enne ed un 27enne di Alvignano, sorpresi alla guida dei rispettivi veicoli, nonostante fossero privi della prescritta patente di guida, mettendo così in grave pericolo la sicurezza stradale. I mezzi sono stati sottoposti a sequestro. Ancora a Piedimonte Matese, nei confronti di un 37enne, una 34enne ed un 33enne, con a carico numerosi precedenti di reato contro la persona ed il patrimonio, è stata avanzata la proposta per l' applicazione della misura di prevenzione dell' avviso orale di Pubblica Sicurezza. Infine, tra Letino ed Alvignano, sono stati deferiti i gestori di due attività commerciali che impiegavano alle loro dipendenze lavoratori in nero. Per tale motivo nei loro confronti è stato anche emesso un provvedimento di sospensione dell' attività lavorativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furibonda lite per futili motivi: denunciate 4 persone

CasertaNews è in caricamento