rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità San Cipriano d'Aversa

Il 'tesoro' dei fratelli Zagaria ritorna alla comunità: progetto da 4,5 milioni

Il complesso edilizio appartenuto a Michele e Pasquale Zagaria diventerà un incubatore di impresa giovanile

Un incubatore di impresa giovanile presso il complesso edilizio confiscato in via Don Salvatore Vitale (in località Maisone) ad Antonio e Pasquale Zagaria. Un progetto mastodontico da ben 4,5 milioni di euro, che la giunta comunale ha approvato ed ha chiesto un finanziamento al Ministero dell’Interno e alla Regione Campania nell’ambito del POC Legalità 2014-2020. Anche il consiglio comunale pochi giorni ha praticamente su quell'immobile dichiarato "l’esistenza di prevalenti interessi pubblici" con "l’opera che non contrasta con rilevanti interessi urbanistici, ambientali o di rispetto dell’assetto idrogeologico". 

Per il sindaco Vincenzo Caterino "si tratta di un’opportunità ed una priorità, in quanto gli immobili sono destinati alla realizzazione di un incubatore di impresa, con ricadute economiche e sociali importanti sull’intera comunità ad effetto immediato". Poi esprime particolare soddisfazione "per la realizzazione di un’area industriale e di sviluppo, limitrofa all’Area PIP. Si respira area di libertà dalla camorra, rappresentando opportunità di investimento da parte dei cittadini sul proprio territorio. Ciò rappresenta anche una bella esperienza per la gestione dei beni confiscati alla criminalità gestiti con Agrorinasce, e puntiamo ad avere la messa a frutto di numerosi immobili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 'tesoro' dei fratelli Zagaria ritorna alla comunità: progetto da 4,5 milioni

CasertaNews è in caricamento