Attualità

Il coronavirus infrange il sogno di 2 casertani: salta il matrimonio

I due 30enni domiciliati a Codogno per lavoro si ritrovano ora chiusi in casa in quarantena 

Due trentenni di Caserta hanno visto saltare le loro nozze per colpa del coronavirus ed ora si ritrovano confinati in casa in quarantena insieme ai genitori di lei, partiti dal Capoluogo per celebrare il loro giorno più bello.

Insomma oltre il danno, la beffa per i due 30enni domiciliati a Codogno (Lodi) dal mese di luglio per lavoro: ansia e preoccupazione hanno difatti sostituito l'emozione e la gioia dei festeggiamenti tanto attesi. 

La festa che i due sposi stavano preparando da settimane è dunque sfumata e come riferito dai colleghi di Tgcom24 a dare il triste annuncio ai due è stato il Comune che venerdì 21 febbraio ha provveduto a chiamarli, avvertendoli che tutti gli uffici erano chiusi e che il matrimonio di sabato 23 era rimandato a data da destinarsi.

Un danno oltre che psicologico anche economico: i due trentenni casertani hanno dovuto infatti disdire in poche ore gli accordi presi con pasticcieri, parrucchieri, negozi d'abbigliamento, camere d'albergo pronte ad ospitare parenti e amici che sarebbero dovuti arrivare da mezza Italia. Intanto i due sposi hanno organizzato nuovamente le nozze, questa volta però a Caserta. Il matrimonio religioso è stato fissato in estate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coronavirus infrange il sogno di 2 casertani: salta il matrimonio

CasertaNews è in caricamento