rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Marcianise

Civica&Libera respinge le critiche: "Non abbiamo chiesto poltrone"

Non si placano le polemiche dopo l'intesa che ha riguardato anche Moderati in Azione con l'amministrazione del sindaco Trombetta su dieci punti programmatici da portare avanti

La decisione dei consiglieri Salvatore Raucci e Nicola Russo, rispettivamente eletti nelle liste di minoranza Civica&Libera e Moderati in Azione, di stringere un accordo con il sindaco Antonio Trombetta al fine di realizzare dieci punti programmatici, ha ovviamente provocato polemiche e discussioni non solo negli ambienti politici ma anche tra la cittadinanza. Nessun passaggio in maggioranza da parte dei due bensì un progetto comune per risolvere numerose questioni che penalizzano i marcianisani.

Nonostante i chiarimenti fatti dai due in merito alla propria posizione e alle motivazioni per le quali hanno deciso di fare questo passo in avanti, sostanzialmente distaccandosi dalla posizione degli altri componenti della minoranza, non mancano polemiche e attacchi. E proprio a tal proposito da Civica&Libera hanno deciso di ribadire la propria posizione in merito all'intera questione: "Gli sterili attacchi, anche personali, ricevuti ci confermano la correttezza della nostra azione politica, che va a rompere schemi stantii che, divenuti nel tempo consuetudini, hanno reso impossibile la crescita della nostra comunità. Questi tentativi di strumentalizzazione mirano a soffocare la decisa volontà di un gruppo di persone, da sempre impegnate nella vita pubblica e sociale cittadina, di costruire sani e disinteressati percorsi politici, volti esclusivamente al miglioramento della città. Questo intento ci ha condotti ad assumere una posizione coraggiosa che può apparire incoerente solo a chi legge la situazione in modo superficiale. L’unica finalità è quella di apportare un contributo concreto, affinché si realizzino una serie di opere ed interventi che Marcianise aspetta da decenni".

I gruppi Civica&Libera e Moderati in Azione hanno voluto ribadire le dieci proposte avanzate all'amministrazione comunale: riduzione dei tempi per il completamento del Teatro Mugnone; ecupero del progetto iniziale del Ring Verde; creazione di ulteriori luoghi e spazi destinati alle attività sportive e riqualificazione di quelli esistenti; ampliamento degli interventi di rifacimento e messa in sicurezza delle strade urbane, con l’individuazione del criterio di priorità in ragione dello stato delle strade e, contestuale piano traffico alternativo, al fine di salvaguardare una scorrevole viabilità che oggi risulta difficile; elaborazione di un piano parcheggi, con particolare riferimento al centro urbano e piazza Carità; riqualificazione del Palazzo AGP di Piazza Carità e dell’immobile comunale di Via Gemma, da destinarli rispettivamente a museo civico e spazi socio-culturali; istallazione di centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria, volte a verificare la salubrità dell’aria che si respira in città e maggior attenzione delle tematiche ambientali; riqualificazione e immediata attivazione della piscina comunale; maggior controllo del territorio mediante l’implementazione del sistema di videosorveglianza e incremento delle forze polizia al fine di contrastare anche gli sversamenti abusivi dei rifiuti; riqualificazione immediata dei luoghi di gioco all’interno dei parchi urbani e delle piazzette e messa in sicurezza delle strutture esistenti.

In particolare da Civica&Libera ribadiscono: "Non abbiamo chiesto né poltrone né posizioni. Abbiamo deciso di ragionare esclusivamente su temi e su impegni che l’Amministrazione, accogliendo le nostre sollecitazioni, dovrà assumersi e portare avanti. Non abbiamo abbandonato i banchi dell’opposizione. La nostra è e resterà una posizione critica, di controllo dell’operato amministrativo con l’irremovibile intento di raggiungere gli obiettivi da noi proposti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civica&Libera respinge le critiche: "Non abbiamo chiesto poltrone"

CasertaNews è in caricamento