menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rappresentanti Consorzio Agrario contro la chiusura dellente consortile

Giffoni Valle Piana - Si sono dati appuntamento venerdì 23 luglio ad Eboli, presso la sede dell'agenzia di SantaCecilia, i rappresentanti delle 12 agenzie salernitane del Consorzio Agrario Interprovinciale.Obiettivo: scongiurare la perdita di...

Si sono dati appuntamento venerdì 23 luglio ad Eboli, presso la sede dell'agenzia di SantaCecilia, i rappresentanti delle 12 agenzie salernitane del Consorzio Agrario Interprovinciale.Obiettivo: scongiurare la perdita di posti di lavoro in seguito alla procedura di mobilità attivatadal commissario liquidatore Giovanni Tomo, peraltro imposta dalla mancata autorizzazioneall'esercizio provvisorio.
Il Consorzio Agrario Interprovinciale di Salerno, Napoli e Avellino, che conta complessivamente26 agenzie dislocate sul territorio delle 3 province, si trova in liquidazione coatta amministrativadal 1991 e da allora diversi commissari liquidatori nominati dal Ministero dell'Agricoltura si sonoavvicendati alla gestione della struttura.
Tomo è l'ultimo in ordine di tempo: nei mesi scorsi aveva annunciato la predisposizione di un pianoindustriale di rilancio dell'organizzazione consortile, da oltre un secolo presente nel mondo agricoloa servizio di intere generazioni di agricoltori, propedeutico per poter chiedere al ministero di volercontinuare ad investire su una struttura che per tutto questo tempo ha rappresentato per il mondorurale non solo un riferimento, ma anche una risposta alle molteplici difficoltà del mondo agricolo.Tuttavia negli ultimi giorni la situazione è precipitata e il rischio chiusura della struttura consortilesembra diventare più concreto.
A rischio i posti di lavoro di chi da anni è impegnato sul territorio nelle agenzie del consorzioprovinciale e il futuro delle loro famiglie.La riunione di Venerdì è stata convocata dai 12 rappresentanti delle agenzie salernitane perdecidere quali mezzi di protesta adottare.Raffaele Volpe, rappresentante dell'agenzia di Giffoni Valle Piana, interviene sulla vicendalanciando l'allarme:

"E' indispensabile che si faccia tutto il possibile per giungere ad una soluzione che scongiuriil rischio di perdere posti di lavoro con conseguenze devastanti per numerose famiglie.
Da oltre 20 anni l'agenzia di Giffoni Valle Piana, accanto alla commercializzazione di prodotti perl'agricoltura, offre servizi di assistenza tecnica agronomica ed è impegnata in settori innovativicome il giardinaggio e l'irrigazione.Come i miei colleghi, anche l'agenzia di Giffoni Valle Piana vanta crediti in alcuni casi consistentinei confronti dei clienti. Se la chiusura del Consorzio dovesse concretizzarsi, la prospettiva direcuperare i nostri soldi diventerebbe sempre più incerta."L'obiettivo adesso è di fare in modo che anche le istituzioni si attivino per cercare di risolvere ladelicata questione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento