menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legambiente a Bassolino: impugnare legge sul nucleare

Napoli - "Impugnate di fronte alla Corte Costituzionale la Legge 99/2009 con cui il Governo cerca di far tornare l'Italia nell'errore nucleare scavalcando le competenze delle Regioni e la volontà dei cittadini residenti. La delega nucleare al...

"Impugnate di fronte alla Corte Costituzionale la Legge 99/2009 con cui il Governo cerca di far tornare l'Italia nell'errore nucleare scavalcando le competenze delle Regioni e la volontà dei cittadini residenti. La delega nucleare al Governo prevista dalla Legge 99/2009 mette fuori gioco le Regioni sulla localizzazione degli impianti nucleari per la produzione dell'energia elettrica, sugli impianti per la messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi o per lo smantellamento degli impianti nucleari, in contrasto con quanto stabilito dal Titolo V della Costituzione sui poteri concorrenti delle Regioni in materia di Governo del territorio e sul rispetto del principio di leale collaborazione" Michele Buonomo e Raffaele Del Giudice, rispettivamente presidente e direttore di Legambiente Campania rivolgono un appello al Presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino e all'Assessore all'Attività Produttive Riccardo Marone per impugnare la legge sul nucleare del Governo Belusconi"Chiediamo un segnale netto e chiaro, una scelta antinucleare- proseguono i due rappresentanti di Legambiente Campania- cosi' come hanno già fatto presentando ricorso la Regione Calabria, Toscana, Liguria e Piemonte.
"Il fatto è particolarmente grave perché si vuole scavalcare completamente non solo le Regioni ma anche gli enti locali per localizzare impianti e aree, equiparate ad aree militarizzate, gestite da privati. Nei criteri e nei principi che improntano la delega al Governo - rivela Legambiente- l'intesa con la Conferenza Unificata, a cui partecipano le Regioni e gli enti locali, è chiesta solo per la costruzione e l'esercizio degli impianti e non per la localizzazione che viene quindi avocata al solo Governo". Legambiente a sostegno dell'impugnazione, cita, almeno quattro sentenze della Corte Costituzionale (Sentenze n. 242, 285 e 383 del 2005 e n. 247 del 2006) in cui si ribadisce l'ineludibilità delle intese tra Governo e Regioni quale pieno riconoscimento della funzione amministrativa delle Regioni su materie in cui queste esercitano il loro potere legislativo concorrente."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento