Ambiente

'Terra dei fuochi': al via da domani le audizioni e i sopralluoghi della commissione Sanita' del Senato. Don Patriciello: 'Chi ha lucrato su questo scempio?'

Caserta - Prenderanno il via domani le audizioni e i sopralluoghi della commissione Sanità del Senato sulla cosiddetta "terra dei fuochi", l'ampia fetta del territorio campano che si estende dai versanti vesuviani al casertano, usata dalla...

143346_roghi_tossici

Prenderanno il via domani le audizioni e i sopralluoghi della commissione Sanità del Senato sulla cosiddetta "terra dei fuochi", l'ampia fetta del territorio campano che si estende dai versanti vesuviani al casertano, usata dalla criminalità organizzata per lo smaltimento illegale dei rifiuti. L'inchiesta dei senatori prevede anche sopralluoghi nelle zone ritenute maggiormente a rischio per acquisire dati sulla presunta correlazione tra l'inquinamento ambientale e patologie tumorali.
Potrebbe essere un lavoro molto utile ai fini della conoscenza del reale stato delle cose vite le ultime rivelazioni del collaboratore di giustizia Carmine Schiavone e la diffusione di notizie allarmanti circa il sotterramento di rifiuti tossici e radioattivi nei terreni e nelle cave del cosiddetto "triangolo della morte" che comprende un largo territorio tra Napoli e Caserta. L'indagine dei senatori, oltre ad "indagare" sugli sversamenti di rifiuti pericolosi ed in generale sulla situazione critica ambientale, cercherà di far luce sui collegamenti tra degrado ambientale e incidenza di alcuni patologie mortali come i tumori all'apparato digerente e respiratorio. L'aumento, oramai acclarato da diversi studi, della maggiore incidenza dei tumori in Campania e nell'area suddetta, dovrà altresì essere approfondito anche tenendo in considerazione le abitudini (in particolare obesità e fumo) che sembrerebbero più accentuate proprio nl territorio in esame così come una minore attenzione alla fase di pevenzione di alcune malattie.

Nel luglio del 2012, l'istituto Pascale di Napoli ha pubblicato un rapporto sui casi di morte verificatisi dal 1998 a causa delle neoplasie: un quadro a tinte fosche che evidenzia un aumento dei tumori stimato fino al 47%. Il dossier evidenzia anche la correlazione tra inquinamento ambientale e patologie, mettendo in risalto che la crescita dei malati oncologici in quelle zone va di pari passo con i roghi di immondizia e i fumi tossici che le fiamme liberano nell'aria. Tra la provincia di Napoli e il Casertano, viene sottolineato nel rapporto, l'aumento delle neoplasie è stimato in 28,4% negli uomini e del 32,7% tra le donne.
Sull'argomento riguardante la terra dei veleni è tornato oggi a parlare il parroco Don Maurizio Patriciello (in prima linea a difendere il territorio napoletano e casertano) scrivendo una letera al Prefetto di Napoli Francesco Musolino: "Chi, fino a oggi, ha lucrato su questo scempio che la storia e i nostri figli non potranno mai perdonarci? Chi si è arricchito sulla salute della povera gente? Chi aveva il dovere di impedire a questa sciagura di farci tanto male? Qui si muore più che altrove: questo è un fatto. Che cosa è mai successo? È impazzito all'improvviso il genoma dei campani? E perché proprio in questa striscia di terra a cavallo delle province di Napoli e Caserta? Insomma, ci vogliano dati scientifici? Ben vengano. Noi non chiediamo altro. Ma quando? Quanti altri figli dobbiamo ancora accompagnare al cimitero? Quante lacrime dovranno essere versate? Noi non vogliamo offendere nessuno. A nessuno è concesso di farlo.Sarebbe inutile, dannoso, doloroso. Noi vogliamo solo che si metta la parola "fine" a tanta sofferenza. E non permetteremo a nessuno di rallentare il cammino intrapreso con tanta fatica e caparbietà. Ripensando a questa triste storia mi ritorna in mente il pianto di Gesù sulla sua città: " Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi coloro che sono mandati a te?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Terra dei fuochi': al via da domani le audizioni e i sopralluoghi della commissione Sanita' del Senato. Don Patriciello: 'Chi ha lucrato su questo scempio?'

CasertaNews è in caricamento