Domenica, 16 Maggio 2021
Ambiente

Ampia partecipazione al presidio 'Sindaco, a Caserta non c'e' acqua da perdere'

Caserta - Ampia e colorata partecipazione di comitati, associazioni, movimenti, partiti e semplici cittadini alla manifestazione di protesta "Sindaco, a Caserta non c'è acqua da perdere" promossa dal Comitato acqua bene comune in Piazza Vanvitelli...

Ampia e colorata partecipazione di comitati, associazioni, movimenti, partiti e semplici cittadini alla manifestazione di protesta "Sindaco, a Caserta non c'è acqua da perdere" promossa dal Comitato acqua bene comune in Piazza Vanvitelli ieri 18 luglio.Hanno aderito: Arci,WWF Caserta, Aido Caserta, Comitato emergenza rifiuti ,Fp Cgil Caserta,Pax Christi Caserta,Movimento Speranza per Caserta, SEL circolo "P.Neruda" Caserta, Italia Nostra Caserta, Cons. com. Luigi Cobianchi, Comitato Cittadino San Nicola La Strada, gruppo Unione mediterranea Caserta,Cittadinanzattiva Caserta, Liberalibri, Cobas Scuola, Movimento 5 Stelle Caserta, Comitato città viva.Una sola voce corale ha espresso chiaro il messaggio alla volta delle scelte incondivisibili dell'amministrazione Del Gaudio: l'acqua casertana va gestita da un ente di diritto pubblico e non da privati come il sindaco e la sua giunta hanno indicato di scegliere con atti amministrativi incontrovertibili che smentiscono ogni plateale postdichiarazione sibillina del primo cittadino sulla mancanza di "situazioni preconcettualmente individuate" in tema di gestione acqua.
L'opposizione di piazza di oggi alla politica irrispettosa del voto referendario della comunità casertana rileva, nel contempo, anche l'assenza ingiustificata nella difesa dell'acqua pubblica di taluni partiti e sindacati, pronti a brandire lo stendardo del "bene comune" o della "partecipazione democratica" con proclami, sparate roboanti e uscite demagogiche ad ogni occasione ma poi distanti anni luce, nei fatti, dall'impegno serio e puntuale sulle grandi vertenze che decidono la qualità della vita, la sostenibilità ambientale e quella finanziaria di un territorio.La campagna "l'acqua a Caserta:pubblico è meglio" proseguirà con iniziative e ogni opportuna azione di contrasto che verranno condivise e deliberate in seno all'alleanza di associazioni e forze politiche impegnata a fortificare una casamatta di resistenza e proposta sul tema essenziale dei beni comuni.Fb:Coordinamento acqua bene comune (Caserta e Provincia)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ampia partecipazione al presidio 'Sindaco, a Caserta non c'e' acqua da perdere'

CasertaNews è in caricamento