rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024

Scacco alla banda dei ripetitori: 12 furti messi a segno e danni per 400mila euro | VIDEO

Almeno 12 furti accertati ed un danno complessivo che si aggira intorno ai 400mila euro. 

Questi i retroscena dell'indagine dei carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Aversa che ha portato all'esecuzione di una doppia ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 8 indagati (4 in carcere, 2 ai domiciliari, un obbligo di dimora e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria).

Le indagini sono state avviate nel mese di febbraio dell'anno scorso in seguito al furto di una unità radio da un ripetitore di una compagnia telefonica a Lusciano. Attraverso le intercettazioni telefoniche, i servizi di osservazione, controllo e pedinamento, le analisi dei tracciati gps e la visione delle immagini dei sistemi di sorveglianza pubblici e privati, hanno consentito di raccogliere gravi elementi di colpevolezza nei confronti delle persone sottoposte alle indagini e indiziate di appartenere al gruppo criminale, composo da persone tra i 26 ed i 55 anni con base in località Centocelle, di Giugliano in Campania. 

Tutti i sodali, hanno ricostruito gli inquirenti, avrebbero avuto un ruolo, dal reperimento di autovetture agli arnesi da scasso, fino ai furti. Gli RRU (Radio Remote Unit), del valore di circa 20mila euro l'uno, venivano rubati dai ripetitori provocando problemi al traffico telefonico e successivamente smontati e smaltiti in un capannone in un terreno in località Casacelle. Lo smaltimento illecito dei residui, abbandonati sul terreno, ha portato i militari a effettuare verifiche su eventuali profili di danno ambientale. Nel corso delle perquisizioni sul terreno, i carabinieri hanno rinvenuto oltre 30 kg di sigarette di contrabbando con l'arresto in flagranza di una persona, già destinataria della misura per i furti.  

Video popolari

Scacco alla banda dei ripetitori: 12 furti messi a segno e danni per 400mila euro | VIDEO

CasertaNews è in caricamento