Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'Tre Farine', restano chiusi i locali di Caserta ed Aversa ma si studia il "pizzaiolo a domicilio" | VIDEO

 

“Non apriremo lunedì”. A dirlo Nicola Ferraro che con il fratello gestisce i ristanti pizzerie ‘Tre Farine’ a Caserta ed Aversa.  “Il nostro prodotto – ha spiegato ai microfoni di Casertanews - è tradizionale seppur rivisitato in chiave moderna e poco si presta al delivery. I nuovi impasti idratati non reggerebbero un consumo a distanza di almeno mezz’ora, ovvero il tempo necessario per la consegna”. E non solo. “Da noi non si consuma solo cibo – ha detto ancora Nicola Ferraro – Nei nostri locali si vive un’esperienza: si parte dall’accoglienza con l’aperitivo di benvenuto e con delle coccole di fine pasto. E ciò con la consegna a domicilio, verrebbe meno”. Per questo Nicola Ferraro sta pensando ad una nuova frontiera “L’idea è quella di portare a casa dei nostri clienti l’esperienza del nostro brand con il nostro personale ed i nostri prodotti”. Uno dei motivi analizzati dai titolari di Tre Farine, i cui locali sono chiusi dal 9 marzo, che ha portato alla scelta di non cogliere l’opportunità dell’ordinanza regionale che consente la riapertura dei locali di ristorazione solo con consegna “è il costo elevato per la consegna a domicilio”. (ha collaborato Francesca Pagano)

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento