Scuola

Pasqua amara per i bambini disabili: stop all'assistenza scolastica

La Credentino annuncia interrogazione ed attacca l'assessore: "Non ha cuore"

La consigliera comunale Emilianna Credentino

Non sarà una Pasqua serena per i familiari dei bambini affetti da disabilità che frequentano le scuole di Caserta. Dal 30 aprile, infatti, sembra che sarà interrotta l’assistenza scolastica agli studenti nelle scuole che rientrano nell’ambito socio-sanitario C1. “E’ davvero incredibile questa forma di miopia che, costantemente, il Comune di Caserta ha nei confronti dei bambini e soprattutto di quelli che sono costretti a vivere con maggiori difficoltà” tuona la consigliera comunale di Caserta nel Cuore Emilianna Credentino, che da tempo ha intrapreso un lavoro di controllo certosino su quelli che sono i servizi “non dati a chi avrebbe bisogno di un sostegno maggiore da parte delle istituzioni - commenta - e che invece viene abbandonato al suo destino. Quello che dà fastidio maggiormente, ascoltando i familiari di questi bambini, è la mancanza di empatia e di interesse verso famiglie che già sono costrette a vivere difficoltà quotidiane e che invece vengono abbandonate e maltrattate”. Annunciando una interrogazione consiliare “affinché mi venga spiegato perché ad oltre un mese dalla fine dell’anno scolastico si interrompa un percorso di sostegno ai bambini con disabilità” la Credentino sferza nuovamente l’assessore al ramo Maria Giovanna Sparago, accusata di una “gestione non certo brillante di un settore che avrebbe bisogno di attenzione, precisioni e soprattutto cuore, per dare risposte concrete e sostegno reale a famiglie in difficoltà. Ma finora la gestione è stata completamente fallimentare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua amara per i bambini disabili: stop all'assistenza scolastica

CasertaNews è in caricamento