menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
064908_istituto_mario_negri

064908_istituto_mario_negri

Scoperto il gene 'Drago' : un inibitore dello sviluppo tumori

(Milano) Il Laboratorio di Farmacologia Molecolare dell'Irccs-Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" ha effettuato una ricerca che permesso di scoprire e descrivere un nuovo gene, denominato Drago, attivato dalla proteina p53, che è uno...

(Milano) Il Laboratorio di Farmacologia Molecolare dell'Irccs-Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" ha effettuato una ricerca che permesso di scoprire e descrivere un nuovo gene, denominato Drago, attivato dalla proteina p53, che è uno dei principali guardiani dell'integrità del nostro genoma. I risultati evidenziano un ruolo di questo gene come inibitore, assieme a p53, della crescita di cellule tumorali, ovvero mostrano la sua capacita' di contrastare la trasformazione delle cellule normali in cellule tumorali.

'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri è un'organizzazione scientifica che opera nel campo della ricerca biomedica.È stato costituito giuridicamente nel 1961 e ha iniziato le attività nella sede di Milano il 1° febbraio 1963. Scopo fondamentale delle attività dell'Istituto è contribuire alla difesa della salute e della vita umana.
Per realizzare tale obiettivo, occorre anzitutto approfondire la comprensione degli intimi meccanismi di funzionamento degli organismi viventi, individuare le ragioni per cui insorgono le varie malattie, conoscere i processi che si sviluppano negli organismi stessi in seguito all'introduzione di sostanze estranee: è in questo senso che si sviluppano le ricerche dell'Istituto, dal livello molecolare fino all'uomo.I risultati che ne emergono servono sia per la messa a punto di nuovi farmaci che per accrescere l'efficacia di quelli già in uso. I principali settori in cui l'Istituto è impegnato sono la lotta contro il cancro, le malattie nervose e mentali, le malattie del cuore e dei vasi sanguigni, le malattie renali, le malattie rare, gli effetti tossici delle sostanze che inquinano l'ambiente, la lotta contro il dolore e lo studio del problema della «droga», la salute materno-infantile, l'epidemiologia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento