menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sedentarieta' amica dell'invecchiamento: stare in piedi e' meglio che correre

(Roma) La sedentarietà è nemica della salute mentre lo stare in piedi è il segreto per ritardare la vecchiaia e vivere di più. Un'azione semplice ma tanto potente da prevenire l'invecchiamento del Dna. E' quanto hanno scoperto i ricercatori del...

(Roma) La sedentarietà è nemica della salute mentre lo stare in piedi è il segreto per ritardare la vecchiaia e vivere di più. Un'azione semplice ma tanto potente da prevenire l'invecchiamento del Dna. E' quanto hanno scoperto i ricercatori del Karolinska University Hospital di Stoccolma che è stata pubblicata sul British Medical Journal. Secondo gli scienziati svedesi passare meno tempo seduti può essere più importante dell'esercizio fisico. C'è una forte correlazione tra il tempo passato sulla sedia o sul divano e la lunghezza dei telomeri. Il telomero è la regione terminale del cromosoma, da cui deriva il nome stesso, composta di DNA altamente ripetuto, si pensava fosse una regione non codificante ma recenti scoperte hanno dimostrato che produce trascritti detti TERRA, che si ipotizza siano implicati nella regolazione della telomerasi. Il telomero ha un ruolo determinante nell'evitare la perdita di informazioni durante la duplicazione dei cromosomi, poiché la DNA polimerasi non è in grado di replicare il cromosoma fino alla sua terminazione; se non ci fossero i telomeri la replicazione del DNA comporterebbe dopo ogni replicazione una significativa perdita di informazione genetica. Diversi studi hanno dimostrato che il progressivo accorciamento dei telomeri ad ogni ciclo replicativo sia associato all'invecchiamento cellulare (fase di senescenza).
I ricercatori hanno posto sotto osservazione 49 adulti sovrappeso sedentari che hanno superato i sessant'anni e hanno misurato la lunghezza dei telomeri nelle loro cellule sanguigne. Metà di loro aveva preso parte a un programma di esercizio della durata di sei mesi, mentre gli altri no.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento