menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20110123075254_matese_neve

20110123075254_matese_neve

Freddo gelido nel casertano: neve sul Massiccio del Matese

Caserta - Prosegue l'ondata di maltempo, alimentata da una massa d'aria fredda di origine artica, che da due giorni sta determinando basse temperature, pioggia diffusa e neve anche a basse quote. Nella giornata di oggi, come preannunciato già ieri...

Prosegue l'ondata di maltempo, alimentata da una massa d'aria fredda di origine artica, che da due giorni sta determinando basse temperature, pioggia diffusa e neve anche a basse quote. Nella giornata di oggi, come preannunciato già ieri, gli effetti della circolazione depressionaria interesseranno in particolare le regioni meridionali peninsulari.
Temperatura rigida nel Casertano, con la neve che è tornata a cadere sul Massiccio del Matese, in particolare sulle cime della Gallinola, del Monte Porco e del Monte Mutria e della stazioone sciistica di Bocca della Selva.
Il termometro è sceso sulla parte alta del massiccio di alcuni gradi sotto lo zero, ed ha fatto registrare -8 alla Stazione Meteomont del Corpo Forestale dello Stato, in prossimità della sella del Perrone. Il traffico si è svolto con difficoltà anche per la presenza di tratti ghiacciati. Su alcuni tratti, tra Passo del Perrone e Bocca della Selva è necessario l'uso delle catene. Imbiancati Letino, il comune piu' alto della Campania e Gallo Matese e neve alta sulle alture che sovrastano i due centri.

Sulla base delle previsioni disponibili, che confermano e precisano quelle dei giorni scorsi, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso infatti un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi e che prevede il persistere di precipitazioni sul centro-sud del nostro Paese. I fenomeni potranno assumere carattere di rovescio o temporale localmente forte sulle regioni del medio versante adriatico e sui settori costieri tirrenici meridionali.
Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l'evolversi della situazione, come fatto in questi giorni per la gran parte delle regioni italiane, in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento