Enzo Avitabile: "Ecco perché ho scelto Peppe Servillo per Sanremo"

La coppia sarà sul palco dell'Ariston con "Il coraggio di ogni giorno"

Avitabile e Servillo

Diffondere il suo messaggio fatto di suono e di parole: con questo obiettivo Enzo Avitabile debutta al Festival di Sanremo con "Il coraggio di ogni giorno". Il brano è uno dei due inediti di "Pelle differente", raccolta antologica di 28 canzoni che ripercorre la carriera del cantautore napoletano, raccontata nel 2012 dal regista premio Oscar Jonathan Demme. Sul palco dell'Ariston ci sarà anche il casertano Peppe Servillo in un dialogo, più che un duetto, per un testo autobiografico che parte da Scampia firmato anche da Gino Pacifico.

"È un brano particolare dedicato a tutti i nessuno, agli uomini di ogni giorno quindi a questa straordinarietà dell'uomo comune che riesce ad omaggiare la vita comunque ed ovunque, a chi si sveglia la mattina e affronta la vita combattendo i nemici storici della giornata, come la malattia. Come direbbe il poeta curdo Rafiq Sabir: la vita nasce comunque e ovunque" ha spiegato ad askanews Avitabile. "Il testo non vuole essere retorico, sicuramente è autobiografico perché nasce dalle Vele di Scampia la mia terra, è un inno alla vita, il linguaggio è evocativo e vuol essere fortemente emozionante. È un messaggio da cuore a cuore che tende a creare stato di coscienza e speranza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avitabile ha spiegato così la scelta di Peppe Servillo: "Visto che sono il re dell'assemblaggio non è possibile andare a Sanremo e non portare un incrocio, la scelta di Peppe è stata la prima che è venuta a noi naturalmente. È un uomo del sud, e di Caserta, sta tra la parola che diventa suono e tra il suono che diventa parola, mi piaceva questa contaminazione. Peppe non scrive ma rilegge una parola, uno scambio che volevamo fare con Gino Pacifico amico mio: in due giorni con le video chiamate, quando le cose sono naturali, abbiamo sistemato il mio testo di partenza" ha spiegato ancora. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento