menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presentazione Libro 'Cellar Door' presso Libreria Mondadori

Caserta - Sabato, 15 Gennaio 2011, alle ore 19.00, presso la Libreria Mondadori di Caserta (C.so Trieste 247-249) verrà presentato "CELLAR DOOR" libro di esordio di Annachiara De Pippo, speaker radiofonica e giornalista. All'incontro con...

Sabato, 15 Gennaio 2011, alle ore 19.00, presso la Libreria Mondadori di Caserta (C.so Trieste 247-249) verrà presentato "CELLAR DOOR" libro di esordio di Annachiara De Pippo, speaker radiofonica e giornalista.
All'incontro con l'autrice parteciperanno Giuseppe Piroddi (speaker radiofonico) e Daniela Volpecina (giornalista). Le musiche saranno a cura del cantautore casertano, Saverio D'Andrea.
Una serie di racconti e riflessioni, come corti in "parola", in cui l'autrice esalta l'esperienza onirica come chiave di lettura del proprio labirinto interiore: quando il confine tra sogno e realtà si assottiglia, la percezione di se stessi e del mondo può divenire tanto magica quanto oscura e pericolosa, una spirale onirica di elementi poetici e spiazzanti che confonde la realtà.
Cellar Door non è soltanto il libro d'esordio di una scrittrice che evoca atmosfere kafkiane, ma costituisce il simbolo di un'avventura umana di discesa agli Inferi in nome della vita.

Dalla prefazione di Christian Ronga:
"La cantina è il prototipo del nostro passato, dei nostri incubi ma anche dei nostri sogni, bozzolo primordiale, contenitore e custode del passato .

mettere ordine in cantina significa vivere, confrontarsi con la vita nel momento in cui non la si vive più, perché quella vita abbiamo deciso di abbandonarla .
Scavare tra i resti in cantina significa chiudere i conti, o scoprirli ancora aperti e solo sopiti, con il proprio passato. Un passato che può essere tenero o di rabbia, di emozioni dilanianti o di dolore estremo, ma sempre e comunque catartico e i racconti di Chiara rappresentano splendidamente questa catarsi, questa nuova dimensione cresciuta sulle ceneri, ancora fumanti, di un'altra realtà trascorsa ma non dimenticata con cui, prima o poi, bisognava confrontarsi. "I viaggi non ci danno risposte, ci danno altre domande. Ma per un attimo la nostra mente può superare la dicotomia tra vivere e vedersi vivere con un semplice pensarsi." .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento