menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101126062209_Tradizioni

20101126062209_Tradizioni

Colori dAutunno, convegno con mostra-degustazione dei prodotti del territorio

Sant'Andrea di Conza - Sabato 27 novembre, a partire dalle ore 10 e per l'intera giornata, 4° appuntamento di "Colori d'Autunno a Sant'Andrea di Conza".Il convegno con correlata mostra-degustazione dei prodotti del territorio cerca di mettere...

Sabato 27 novembre, a partire dalle ore 10 e per l'intera giornata, 4° appuntamento di "Colori d'Autunno a Sant'Andrea di Conza".
Il convegno con correlata mostra-degustazione dei prodotti del territorio cerca di mettere assieme abitanti, produttori e consumatori per provare a tracciare una 'filiera' corta che permetta ai produttori agricoli irpini di entrare in contatto diretto con i consumatori; soprattutto col nutrito gruppo dei ristoratori irpini di qualità dell'Associazione 'I Mesali', in gran parte presenti sulle migliori guide gastronomiche nazionali. Il "Gambero Rosso / Citta del Gusto", sarà presente il 27 novembre a Sant'Andrea col responsabile Dr. Codacci Pisanelli per monitorare l'offerta produttiva di qualità locale ma anche per raccogliere idee e organizzarle in un processo di più ampio respiro nazionale. Salvatore Di Domenico presenterà in anteprima la disponibilità di una 'scuola di cucina' in fase di ultimazione nel Comune di Teora, dove è Sindaco. Alfonso Tartaglia dello Stapa Cepica regionale, illustrerà le nuove misure comunitarie in atto per favorire lo start-up dei giovani nel campo dell'agricoltura.
Sono invitati i ragazzi del Liceo Artistico di Calitri per ideare il 'Logo' del parco rurale unitamente ad un progetto più ampio di comunicazione. Angelo Verderosa, tra i promotori dell'iniziativa, è convinto che "la comunicazione è l'elemento base per far arrivare i prodotti irpini di pregio fino ad Eatitaly; una filiera ben strutturata, supportata e promossa dai nostri ristoratori di grido, permetterà di avvicinare nuove giovani menti all'arte del cibo di qualità"."Il Parco rurale d'Irpinia parte immediatamente e lo fa con un incontro facilitatore tra produttori e consumatori" dichiara Antonio Vespucci, esperto enogastronomico, pionere tra gli animatori della Filiera. "Serve una nuova cultura dello stare insieme e una capacità di inventiva e di comunicazione; i giovani lasciano ben sperare da questo punto di vista; basti pensare ai risultati internazionali della filiera dei vini irpini docg" aggiunge Agostino Della Gatta, direttore di Irpiniaturismo.

Dalle ore 10 saranno presenti le filiere di qualità dell'alta irpinia e lucania (grano, pasta, pane, latte, formaggio, carni, salumi, olio, vino) con banchi di esposizione ed assaggio. Sono previste degustazioni dei prodotti del territorio dell' Alta Irpinia.
La manifestazione è organizzata in collaborazione con "Gambero Rosso", "Legambiente" e l'Associazione "I Mesali" e con le Amministrazioni Comunali di Teora, Pescopagano, Castelnuovo di Conza, Cairano e altri comuni vicinori che stanno man mano aderendo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento