menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Ischia Jazz Festival': Pieranunzi racconta Bill Evans

Ischia - Narrazione, espressione e interpretazione nel pianismo di Bill Evans, questi i temi del convegno "Don't forget the poet" che si svolgerà il 4 settembre alle 18.00 e proseguirà il giorno successivo dalle 11.00 al Castello Aragonese di...

Narrazione, espressione e interpretazione nel pianismo di Bill Evans, questi i temi del convegno "Don't forget the poet" che si svolgerà il 4 settembre alle 18.00 e proseguirà il giorno successivo dalle 11.00 al Castello Aragonese di Ischia, appuntamento inserito fra gli eventi della XII Ed. dell'Ischia Jazz Festival dedicato proprio al pianista americano scomparso trenta anni fa. Ideatore e fautore del progetto Enrico Pieranunzi, che insieme a critici musicali, studiosi e musicisti analizzerà il genio di uno dei più importanti pianisti della storia del jazz. A moderare l'incontro sarà il giornalista Vittorio Castelnuovo e conterà la partecipazione di Claudio Sessa- critico e giornalista del Corriere della Sera- Pascal Wetzel- studioso e trascrittore di Bill Evans -Ludovic Florin- critico e giornalista di Jazz Magazine- Eddie Gomez- uno dei più importanti contrabbassisti jazz del mondo che collaborò a lungo con Evans - e un contributo videoregistrato di Stefano Zenni. "Quando, all'inizio degli anni'80, scrissi il brano musicale che reca il titolo ora dato a questo convegno- racconta Pieranunzi- volevo esprimere non solo un riferimento a Evans ma anche una richiesta, un'aspirazione, un'esigenza. Il "poeta" del titolo non era solo il grande pianista statunitense ma tutti coloro - non musicisti, non scrittori, non pittori, esseri umani di ogni età, sesso e provenienza - che hanno la poesia nel cuore e negli occhi. L'arte di Bill Evans rappresentava infatti secondo me, e credo ancora rappresenti, una realtà poetica di estrema profondità comunicativa, una bellezza senza fine accessibile a tutti, i cui echi continuano a propagarsi, come cerchi concentrici sempre più ampi, attraverso i suoni che ci ha lasciato nei suoi dischi." Sarà Proprio Pieranunzi il 5 settembre a concludere questa edizione della rassegna con un tributo ad Evans.
In programma stasera alla Pineta Nenzi Bozzi alle 22.00 un omaggio ad un altro mostro sacro della musica, Miles Davis con Antonio Faraò e la straordinaria partecipazione di Eddie Gomez. Accompagnato dal suo quartetto Faraò, considerato dalla critica europea uno dei più interessanti pianisti jazz dell'ultima generazione, svilupperà un percorso d'improvvisazione e non lungo la musica di Davis insieme ad Eddie Gomez, famosissimo virtuoso del contrabbasso che fra gli altri, oltre ad Evans, affiancò il trombettista americano nel quintetto acustico.La notte è affidata alle note di Gegè Munari che con il suo Quintetto si esibirà alle 23.30 circa al Club Ecstasy. Il batterista è considerato una figura di riferimento per il jazz italiano, soprattutto per i giovani musicisti con i quali ama spesso confrontarsi.Info www.ischiajazz.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento