menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Week end tra armonie mozartiane e sapori dellalta cucina

Ravello - Ancora numerosi gli appuntamenti in programma fino alla fine di agosto al Ravello Festival. Venerdì 20 agosto andrà in scena una delle proposte più originali ed esclusive del ricco cartellone 2010, un fuori programma che il festival ha...

Ancora numerosi gli appuntamenti in programma fino alla fine di agosto al Ravello Festival. Venerdì 20 agosto andrà in scena una delle proposte più originali ed esclusive del ricco cartellone 2010, un fuori programma che il festival ha voluto regalare al proprio pubblico. Gary Goldschneider, pianista, astrologo e scrittore, eseguirà dalle ore 18 alle ore 24 l'integrale delle 18 Sonate per pianoforte di Wolfgang Amadeus Mozart. Questo concerto davvero unico, ribattezzato "maratona mozartiana", si divide in quattro set da 75 minuti, con la possibilità di seguire le singole sessioni oppure tutto l'evento.

Il prossimo week end è tuttavia caratterizzato dal binomio musica-gastronomia. Le degustazioni di armonie e sapori, avranno inizio sabato 21 agosto (ore 21) con il gastrofilosofo Donpasta, protagonista della performance "Food Sound System - Cibo per le orecchie, musica per gli occhi". Domenica 22 alle ore 12, Don Pasta presenterà il suo ultimo libro "Wine sound system - Trenta vini? accompagnati da buon cibo e buona musica".Alle ore 21.00 di domenica 22, sul podio dei grandi direttori d'orchestra del palcoscenico del Belvedere di Villa Rufolo (prestato in questo caso ai grandi artisti del gusto) saliranno Alfonso ed Ernesto Iaccarino, per deliziare il pubblico con un menu "afrodisiaco e curativo contro le follie quotidiane", elaborato su alcune suggestioni cinematografiche: ad esempio, gli "Schizzi di sangue" di barbabietola rossa e polpo marinato in memoria di Pulp Fiction (contro la violenza), o i ravioli di cioccolato fondente con ricotta all'insegna di "Missisipi Burning" (contro l'apartheid). Il costo a persona della cena è di 100 euro, con prenotazione obbligatoria al Box Office.
La scorsa settimana è tornato alla ribalta delle cronache nazionali il caso dell'Auditorium "Oscar Niemeyer", ancora inutilizzato. Centosessantasette tra intellettuali, artisti, giornalisti e manager italiani e stranieri hanno sottoscritto un appello alle istituzioni campane, affinché lo spazio polifunzionale progettato dall'architetto brasiliano sia affidato in gestione alla Fondazione Ravello, per dare vita ad un progetto artistico ed imprenditoriale attivo 12 mesi l'anno con quattro festival uno per ogni stagione. Tra i firmatari, Uto Ughi, Salvatore Accardo, Renzo Arbore, Mimmo Jodice, Lina Wertmuller ed ancora i direttori dei più importanti festival italiani e manager come Franco Moschini, Oscar Cicchetti e Innocenzo Cipolletta. A favore della Fondazione, hanno espresso il loro parere Oliviero Toscani e Paolo Fresu, autori di due interventi sul quotidiano "Il Mattino" (clicca qui per scaricare gli articoli).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento