menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100808060719_DOMUS

20100808060719_DOMUS

Domus Mata, sinaugura centro culturale espositivo

Guardia Sanframondi - Guardia Sanframondi , che in questo mese di agosto ritrova i Riti penitenziali , celebrati nel mondo tra le più suggestive e toccanti espressioni della cerimonialità religiosa campana con cadenza settennale , accoglie...

Guardia Sanframondi , che in questo mese di agosto ritrova i Riti penitenziali , celebrati nel mondo tra le più suggestive e toccanti espressioni della cerimonialità religiosa campana con cadenza settennale , accoglie atri due momenti di notevolissima valenza socio - culturale.
S'inaugura , infatti , nel cuore dell'antica città , un Centro culturale - espositivo voluto fortemente da Caterina Tarantino , Giovanni Mancini ( entrambi docenti dell'Accademia di Belle Arti di Frosinone ) e dal figlio Gianluca Mancini che hanno restituito a dignità civica un monumento di storia e architettura che rivive nei suoi secoli di pietra con nuova e nobile destinazione.
Diventa infatti spazio museale , centro di documentazione e laboratorio la DOMUS MATA che nella stessa denominazione non perde il senso di " casa " come riferimento di felice accoglienza e s'identifica come Museo delle Arti e delle Tradizioni Attive , vale a dire intese come spiritualità che s'infutura , essere in divenire. DOMUS MATA sarà aperta al pubblico giovedì 12 agosto alle ore 19:30 e il momento inaugurale coinciderà con quello che darà l'avvio all' Omaggio all'Arte di Giovanni De Vincenzo , le cui opere saranno allestite negli spazi aperti e nelle sale espositive della sede museale.
Caterina Tarantino e Giovanni Mancini hanno goduto della lezione e dell'amicizia del loro maestro Giovanni De Vincenzo , tra l'altro molto legato a Guardia Sanframondi che custodisce un suo pregevole monumento dedicato a San Pio in trono.
Il forte Artista , tra i più rappresentativi tra quelli campani dal dopoguerra , ha trasferito nel suo immaginario plastico le ardite riflessioni sugli effetti della già avvertita disumanizzazione con la conseguente massificazione in atto.
Ha previsto anche gli effetti delle svolte epocali che , interferenti , si sarebbero sommate al culmine del secolo e del millennio.DOMUS MATA nella Retrospettiva di De Vincenzo propone una lezione di eticità , di devozione ai valori umani , di coerenza nel rispetto del buono che s'innova nei transiti dell'energia metamorfica.

Non a caso il titolo della rassegna è : " Accesso diretto all'energia vitale " e le ragioni etico - estetiche dell'arte di De Vincenzo sono precisate da Angelo Calabrese nei saggi che figurano nel volume - catalogo edito per l'occasione.
L'inaugurazione di DOMUS MATA , che coincide con quella dell' Omaggio a Giovanni De Vincenzo rappresenta , come si ribadisce , un evento di propositiva valenza.Le radici di Guardia Sanframondi avranno più salda tutela e la produzione delle idee avrà chiome più estese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Positivo un collaboratore scolastico, chiusa l’Elementare

  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento