menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100611063833_Sergio_Caputo

20100611063833_Sergio_Caputo

Sergio Caputo al Kingstone con 'La notte un pazzo con le mches'

San Nicola la Strada - Continuano le prevendite della data casertana del tour di La notte è un pazzo con le mèches, fissata venerdì 18 giugno a partire dalle ore 22.30 al Kingston Music Club di San Nicola la Strada. L'autore di Un sabato italiano...

Continuano le prevendite della data casertana del tour di La notte è un pazzo con le mèches, fissata venerdì 18 giugno a partire dalle ore 22.30 al Kingston Music Club di San Nicola la Strada. L'autore di Un sabato italiano nel tour di presentazione del suo ultimo lavoro è accompagnato da Marco Monaco alla batteria e Patrizio Sacco al basso. I biglietti, il cui costo è di 25 ?, sono in distribuzione nelle prevendite abituali circuito go2 - ticketteria .

Nell'unica data casertana di La notte è un pazzo con le mèches il trio guidato da Caputo porterà sulle assi del Kingston Music Club i pezzi che hanno composto il suo ultimo lavoro, pubblicato nello scorso anno, e che in tutto il 2010 sta portando in giro nei club più importanti della penisola.
Il bootleg La notte è un pazzo con le mèches, arriva dopo anni di esperienza che il cantautore romano ha accumulato grazie alle collaborazioni con i grandi del jazz mondiale quali Dizzy Gillespie, Lester Bowie, Tony Scott, Mel Collins (King Crimson), Tony Bowers (Simply Red), Enrico Rava, Roberto Gatto, Roberto Nannetti, Giulio Visibelli, Ettore Bonafè, Raffaello Pareti, Danilo Rea e molti altri. La sua carriera musicale nasce verso la fine degli anni 70 al Folk Studio, dove inizia una serie di esperienze dal vivo che, dopo diversi prodotti discografici minori, nel 1983 lo portano a pubblicare Un sabato Italiano. È questo l'album che lo porterà al successo ed è tuttora un classico della musica italiana. Il suo swing dai ritmi latini, unito ad un uso insolito e innovativo del linguaggio letterario, che attinge dal quotidiano e dalle nevrosi metropolitane, hanno da sempre caratterizzato la sua opera, facendogli ritagliare uno spazio all'interno del quale è impossibile accumunarlo ad altri artisti. Con La notte è un pazzo con le mèches, Caputo torna ad esibirsi nel suo Paese d'origine dopo una lungo periodo di permanenza negli Stati Uniti, dove ormai ha spostato la sua attività musicale sin dal 1999. Il bootleg infatti nasce dopo That Kind Of Thing, primo album americano dell'artista datato 2004, dove e come chitarrista Smooth Jazz. L'album ottiene un grande successo ed è nominato Album Indipendente Smooth Jazz n.1 del 2005, da Smoothjazz.com, principale organo di diffusione di smooth jazz nel mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento