Grandi consensi per la mostra Futurismo 1909/2009

Sant'Arpino - Ottima partecipazione alla mostra in corso di svolgimento presso la Pinacoteca d'Arte Contemporanea "Massimo Stanzione" che celebra i cent'anni della nascita "Futurismo". Diverse le scolaresche che stanno confluendo presso le stanze...

Ottima partecipazione alla mostra in corso di svolgimento presso la Pinacoteca d'Arte Contemporanea "Massimo Stanzione" che celebra i cent'anni della nascita "Futurismo". Diverse le scolaresche che stanno confluendo presso le stanze site all'ultimo piano del Palazzo "Sanchez de Luna" che insieme agli appassionati stanno ammirando le opere in esposizione e accuratamente scelte dal direttore artistico Rosario Pinto, che si è avvalso, fra l'altro, della preziosa collaborazione di esperti quali il filatelico Domenico Ducci, il collezionista Tommasio Giaquinto, e del direttore del Museo Minimo di Napoli il professor Roberto Sanchez. Fra le altre sono in mostra opere di artisti quali Ferretti, Fox, Storace, Mittendorf ,Groh, Olbrich, Corsetto. Nel presentare la mostra, voluta dalla Pro Loco di Sant'Arpino guidata dal Presidente Aldo Pezzella, e patrocinata dall'amministrazione comunale del sindaco Eugenio Di Santo, lo stesso Pinto ha sottolineato come con quest'allestimento del "Futurismo si è intesa suggerire una lettura tutt'altro che omologata, cercando di evitare le enfatizzazioni celebrative e valutando se non sia possibile fornire degli spunti di riflessione per l'arricchimento del dibattito critico. In particolare proponiamo angolazioni e prospettive insolite ed insondate, cominciando ad esempio a suggerire una partimentazione cronologica in quattro fasi temporali. Riserviamo non a caso uno spazio particolare al Futurismo postale ed al suo ruolo di premessa storica del fenomeno della Mail Art. Il tutto per rimanere fedele all'impegno assunto al momento dell'accettazione dell'incarico di direzione della Pinacoteca, quando mi sono posto l'obiettivo di dedicare sforzi ed energie per realizzare delle rassegne espositive che potessero riprendere e, possibilmente, aumentare, la tradizione d'impegno scientifico e di ricerca sul campo che ha caratterizzato, in origine, l'attività e le proposte culturali di quest'Istituto". La mostra, che è stata inaugurata domenica scorsa con una cerimonia a cui ha presenziato un pubblico molto folto, rimarrà aperta fino al termine della prossima settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento