menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
154106_capella-sistina

154106_capella-sistina

Nel 450 anniversario della morte di Michelangelo, la Cappella Sistina brilla di nuova luce

(Roma) A 450 anni dalla morte di Michelangelo e a 20 dalla conclusione del celebre restauro che interessò nel 1994 gli affreschi della Cappella Sistina, i Musei Vaticani onorano la duplice ricorrenza con un convegno internazionale dal titolo La...

(Roma) A 450 anni dalla morte di Michelangelo e a 20 dalla conclusione del celebre restauro che interessò nel 1994 gli affreschi della Cappella Sistina, i Musei Vaticani onorano la duplice ricorrenza con un convegno internazionale dal titolo La Cappella Sistina venti anni dopo. Nuovo respiro nuova luce. L'atteso evento, che si svolgerà il 30 e 31 ottobre, presso l'Auditorium Conciliazione di Roma, si articolerà in due intense giornate di lavori e studi che avranno come focus lo stato di salute degli affreschi michelangioleschi e le provvidenze adottate per una loro migliore conservazione e fruizione.
In occasione del 450° anniversario della morte di Michelangelo, a partire dal 30 ottobre 2014 i capolavori della Cappella Sistina brilleranno di nuova luce grazie alla tecnologia LED realizzata da OSRAM, che permetterà ai visitatori di godere di tutte le cromie che caratterizzano le opere. Gli esperti di illuminazione OSRAM hanno infatti sviluppato un sofisticato sistema di illuminazione a LED in grado di aumentare il livello di illuminamento da cinque a dieci volte, evidenziando i colori degli affreschi con una luce omogenea e controllata in maniera ottimale. Lo sviluppo è stato realizzato nell'ambito di un progetto sovvenzionato dall'Unione Europea con un consorzio di diversi partner, tra cui progettisti di illuminazione, studiosi di conservazione e tecnici di energia e di misurazione della luce.

Da novembre 2014, una nuova soluzione di illuminazione LED illuminerà la celeberrima Cappella Sistina di Roma. La Cappella si mostrerà ai 4,5 milioni di visitatori annuali con una varietà di colori completamente nuova, poiché finora i colori dei famosi affreschi di Michelangelo erano difficilmente distinguibili nella transizione tra la visione diurna e quella notturna.Nel quadro di un progetto promosso dall'Unione Europea e in collaborazione con diversi partner consociati, tra cui esperti in conservazione, qualità del colore e sostenibilità, i professionisti di OSRAM hanno sviluppato un sistema di illuminazione LED che aumenta da cinque a dieci volte l'intensità luminosa, fa splendere i colori in modo realistico e illumina con grande uniformità zone degli affreschi che prima erano difficilmente visibili.
Grazie all'assenza di radiazioni ultraviolette ed infrarosse nello spettro LED, gli apparecchi possono essere installati ad una altezza di circa dieci metri, nascosti dal marcapiano della Cappella Sistina, senza più la necessità di posizionarli all'esterno. Quaranta apparecchi, venti per lato, sono stati montati in questa posizione in gruppi di quattro, con LED a elevate prestazioni di colore rosso, verde, blu e bianco. La sofisticata configurazione dei riflettori garantisce un'illuminazione omogenea e priva di abbagliamento, che arriva proprio fino al bordo superiore delle tende dipinte che adornano il terzo inferiore dell'interno della Cappella. Il design originale degli apparecchi è stato reso più sottile, per consentire loro di adattarsi sul marcapiano: ciascun corpo illuminante ha una larghezza di circa 80 cm, con un dissipatore di calore a soli 100 mm circa di profondità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento